Plasmaterapia tenuta nascosta, la nuova teoria sui social: l’esperto fa chiarezza

Con un post su Facebook, il biologo Enrico Bucci ha smontato la teoria del complotto secondo la quale la plasmaterapia utilizzata contro il Covid-19 sarebbe stata tenuta nascosta.

autopsie
(Getty Images)

Quello della plasmaterapia, il trattamento attraverso l’infusione di plasma proveniente da pazienti guariti contro il Covid-19, è divenuto negli ultimi giorni un caso sui social e su WhatsApp. Su questi ultimi starebbe girando una “teoria del complotto” secondo la quale questo trattamento, utilizzato in via sperimentale in alcuni ospedali italiani, sarebbe stato tenuto nascosto. La ragione del nascondere la plasmaterapia sarebbe legata al mancato interesse da parte delle case farmaceutiche. In merito è intervenuto con un lungo post su Facebook, Enrico Bucci, ricercatore in Biochimica e biologia molecolare e professore alla Temple University di Philadelphia che ha smontato questa teoria.

Leggi anche —> Le diverse opinioni di tutti i più noti virologi italiani sull’epidemia

Il biologo Bucci smonta la teoria del complotto sulla plasmaterapia: “Se cadete nelle manipolazioni di persone interessate a farvi arrabbiare la colpa è solo vostra”.

Coronavirus
(GettyImages)

Il biologo Enrico Bucci è intervenuto su Facebook per smontare la “teoria del complotto” che circola in rete da giorni in merito alla plasmaterapia. Tale trattamento, sperimentato all’ospedale San Matteo di Pavia nelle scorse settimane contro il Covid-19, prevede l’infusione in pazienti affetti dal virus di plasma iperimmune donato da soggetti guariti. Secondo la teoria che sta circolando sui social, tale tipo di trattamento sarebbe tenuto nascosto, anche dai media, poiché non vi sarebbe l’interesse delle case farmaceutiche. Bucci ha spiegato sul proprio profilo che gli argomenti più in voga del momento relativamente alla teoria sono che “non si parla della terapia con il plasma nei media mainstream e perché  non interessa alle case farmaceutiche“. In relazione al primo punto, il ricercatore in Biochimica e biologia molecolare e professore alla Temple University di Philadelphia, spiega che la sperimentazione è stata avviata al San Matteo di Pavia soltanto ad inizio aprile. A dimostrazione del fatto che i media hanno riportato la notizia, il biologo elenca, con tanto di link, alcuni servizi che parlano della plasmaterapia dal 3 all’8 aprile, tra cui Tg1, Mattino Cinque e Porta a Porta.

Per quanto concerne il secondo punto della teoria, ossia quello riguardante il disinteresse delle case farmaceutiche, il biologo ha affermato trattarsi di “una seconda falsità“. A sostegno delle sue parole, anche in questo caso, Bucci ha pubblicato dei link riguardanti la collaborazione dell’azienda Takeda e di altre ancora, tra cui la Microsoft di Bill Gates, per mettere a punto una terapia derivata dal plasma.

Dell’impegno della comunità scientifica (fin dai primi giorni in Cina) – conclude Bucci- e del fatto che si tratti di un approccio terapeutico ben noto, usato da un secolo, abbiamo già parlato; ma se voi non accendete nemmeno la televisione, oppure per il fatto di non aver visto nè la televisione nè gli annunci online delle case farmaceutiche cadete nelle manipolazioni di persone interessate a farvi arrabbiare e gridare al complotto, la colpa è solo vostra“.

Leggi anche —> Fase 2, Ricciardi lancia le regole comportamentali da seguire

"NON CIELO DICONO" – PARTE SECONDA.Due degli argomenti del complotto più in voga del momento – che non riguarda il…

Gepostet von Enrico Bucci am Montag, 4. Mai 2020

Il biologo non è l’unico ad essere intervenuto in merito, ma diversi esperti hanno smontato la teoria che circola da giorni, tra cui anche il virologo Roberto Burioni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.