Le norme stradali da rispettare quando si viaggia in auto o in moto

Il DPCM del 4 Maggio invita i viaggiatori stradali a prendere in considerazione nuove misure di sicurezza: automobilisti e motociclisti sotto la lente di ingrandimento

auto moto
Situazione Coronavirus Italia autocertificazione nuova dal Ministero FOTO Marco Di Lauro Getty Images

Lo scorso decreto legge emanato da Giuseppe Conte non riguardava solo il comportamento dei cittadini nelle misure del distanziamento sociale da rispettare. Chi necessitava dell’utilizzo del proprio mezzo di trasporto per spostamenti per motivi di urgenza o di salute doveva ottemperare ad alcune normative previste. Era consentito viaggiare in sella ad una moto o a bordo di un’auto rigorosamente da soli.

Con l’avvento della Fase 2 le modifiche apportate nel decreto hanno interessato anche gli abitudinari dei mezzi di trasporto personale. Oggi è consentito lo spostamento con più di una persona a bordo, purchè quella persona rientri nella categoria dei conviventi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

LEGGI ANCHE —–> Autocertificazioni, le novità. Congiunti e seconde case

Fase 2, le differenze tra automobilisti e motociclisti

auto moto
(Monsterkoi – Pixabay)

Una maggiore attenzione è rivolta in particolar modo a chi utilizza la moto per recarsi sul posto di lavoro. Non c’è alcun bisogno di indossare la mascherina a bordo se si ottempera al problema con l’utilizzo di un casco rigorosamente integrale.

La riapertura parziale delle attività lavorative e la visita ai congiunti sono diventati motivi di spostamento giustificato per gli autisti. La maggior parte di essi viaggia all’interno dell’auto dove prima della fine del lockdown era consentita la presenza a bordo di una sola persona.

Chi utilizza la macchina come mezzo di trasporto, però, deve tener conto di misure più restrittive. Come accade per i motociclisti anche qui è possibile estendere a due i componenti a bordo ma occorre comunque occupare la postazione posteriore rispetto al lato guida. Se in auto si viaggia da soli inoltre non è necessario l’utlizzo della mascherina.

Il parametro sociale in comune ai due tipi di autisti è l’utilizzo dell’autocertificazione che autorizza lo spostamento. Essa si può compliare da casa prima di prendere l’automezzo oppure direttamente con l’aiuto della sicurezza stradale quando si viene fermati per un controllo.

LEGGI ANCHE —–> Fase 2: modulo autocertificazione: scaricalo da qui con un semplice clic

auto moto
È ancora indispensabile la autocertificazione nella Fase 2 Foto dal web

Infine il Governo ha autorizzato un nuovo modello di giustificazione per motivo di lavoro, allargando l’esibizione della documentazione relativa a tesserini da giornalista e affini al controllo stradale.