Prostituzione, la paura del virus non frena l’attività | La scoperta di Striscia

L’emergenza virus non sembra fermare la prostituzione, come dimostra un servizio dell’inviato Luca Abete per Striscia La Notizia

Prostituzione virus Striscia La Notizia
(Getty Images)

Un servizio di Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, ha fatto venire alla luce come, nonostante l’emergenza Covid-19, il mercato del sesso non si sia affatto fermato. Lo dimostra chiaramente l’inviato della celebre trasmissione Mediaset. Abete mostra siti di annunci in cui non mancano proposte da parte di escort in cerca di clienti.

Circostanze preoccupanti, visto che ci sono dubbi che certi servizi si possano offrire nel rispetto della distanza sociale. L’uomo sottolinea poi la presenza di donne al Centro Direzionale di Napoli alla ricerca di clienti sulle strade. Pure in questi casi si è dubbiosi sul rispetto delle misure di prevenzione dei contagi. Intercettate da un “gancio” del programma di Canale 5, alcune donne si dicono “non preoccupate” dal virus.

LEGGI ANCHE —> Usurai in azione nelle periferie: le tariffe

Prostituzione, continuano le attività nonostante i rischi di contagio dal virus

Prostituzione virus Striscia La Notizia
(Getty Images)

Una di queste dichiara. “Del coronavirus non mi interessa. Paura o non paura, quando hai figli devi mangiare, non guardi al Coronavirus o altro“. Un’altra rivela che il mercato del sesso è proseguito, nonostante in questo modo i clienti rischino di essere contagiati dal virus. Infatti la criminalità organizzata che sfrutta queste donne non intende rinunciare al profitto.

L’inviato di Striscia Luca Abete mostra come le attività di prostituzione in strada proseguano nonostante i controlli. E lo stesso si può dire anche per gli annunci online. Proposte che si moltiplicano, senza star troppo attenti alle precauzioni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale , seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

LEGGI ANCHE —> L’orrore: infermiera violentata nel parcheggio della stazione

Prostituzione virus Striscia La Notizia
(Getty Images)

Preoccupati anche gli abitanti del quartiere sostengono. “Abbiamo paura, sono persone che poi vanno al supermercato, in famiglia: sono veicoli di contagio“.