Virus, l’allert di Ranieri Guerra: “Difficile trovare una cura”

Il professor Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, richiama alla gravità della situazione sanitaria e spiega: “E’ un virus subdolo, non colpisce solo i polmoni”

professor Ranieri Guerra
Il professore Ranieri Guerra (va.news-republic.com)

L’Italia riparte, seppur a piccoli passi, ma il virus non si ferma. Sebbene negli ultimi giorni i dati sui contagi e le morti sono in netto calo non si può ancora dire di essere fuori dall’emergenza sanitaria.

Intanto continuano però gli studi e le ricerche per capire come il virus si comporta e se e come si sta evolvendo. Sono partiti i test sierologici che saranno effettuati su un campione di 150mila italiani e questi aiuteranno sicuramente a fare chiarezza.

Nel mentre però non mancano i moniti da parte della politica e della scienza alla cautela e al rigore. Il peggio non è ancora passato e non è affatto difficile cadere in una possibile recessione. Tra gli esperti al lavoro in questi giorni ha parlato anche il direttore aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il professor Ranieri Guerra che ha avvertito nuovamente tutti. Il virus, non è sconfitto, anzi. Lo ha definito “subdolo” perché non colpisce solo i polmoni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Ranieri Guerra, le sue parole sul virus nel dettaglio

Ranieri Guerra
Ranieri Guerra (dire.it)

Il professor Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, non fa mancare la sua presenza in queste difficili settimane di emergenza sanitaria. Come spesso è accaduto, ha spiegato la situazione dando specifiche in merito agli studi che si stanno effettuando. Ricerche che permettono di conoscere sempre più a fondo il Covid-19.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, il vaccino ‘jolly’ cinese funziona sugli animali

Un virus che il professore ha definito “subdolo” perché “non colpisce solo i polmoni”. Sono diversi, infatti gli organi che il coronavirus attacca. L’organismo è messo a dura prova ed è difficile trovare una cura efficace.

Il virus colpisce il sistema nervoso – ha spiegato Ranieri Guerra – ma anche il fegato, il cuore e l’intestino”. Un monito dunque che richiama ancora alla gravità e alla serietà della situazione sanitaria, nel nostro Paese e nel resto del mondo.

LEGGI ANCHE -> Fase 2, ipotesi riaperture regionali il 18 maggio per parrucchieri, bar e ristoranti

Coronavirus
(Getty Images)

Altro allert inviato da Ranieri Guerra quello sulle persone attualmente malate in Italia. Il professore ha spiegato che su 100 persone, 80 risultano asintomatiche e 15 paucisintomatiche.