Estate 2020: distanza tra ombrelloni e contapersone, come ripartire dopo il Covid 19

Estate 2020, come ripartire dopo l’emergenza coronavirus? Distanza tra ombrellino e contapersone tra le probabili soluzioni.

Spiaggia
(Getty Images)

Il periodo più caldo, quello dell’estate si avvicina, ma ma come quest’anno c’è un grosso punto interrogativo su quella che sarà la stagione estiva. Il turismo è il settore che è stato maggiormente colpito dalla crisi economica causata dall’emergenza coronavirus e, al vaglio del Governo, ci sono le misure per permettere ai gestori degli stabilimenti balneari di poter dare il via ufficialmente alla stagione balneare. L’estate 2020, dunque, potrà essere vissuta regolarmente dagli italiani?

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale su gossip, news, televisione e spettacolo, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Estate 2020: le probabili ipotesi per far ripartire il turismo dopo il coronavirus

autostima Il ceto medio è troppo penalizzato dall'Irpef: l'appello dei commercialisti
Famiglia in spiaggia (foto Pixabay)

Gli italiani potranno fare le vacanze? Il Premier Conte ha dichiarato che gli italiani avranno la possibilità di fare le vacanze in Italia e saranno incentivati a farlo. I gestori degli stabilimenti balneari stanno così lavorando insieme al Governo per capire come dare il via alla stagione rispettando tutte le norme di sicurezza per tutelare la salute dei turisti e di tutti i lavoratori evitando, così, che il numero dei contagi torni a salire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—>Protezione Civile, il bollettino dell’8 maggio: salgono ad oltre 30mila i decessi

Anche negli stabilimenti balneari, come nei bar, ristoranti e in tutti i luoghi pubblici, si dovrebbe puntare sull’uso di mascherine, gel e sanificazione continua dei luoghi dove ci potrebbe essere il rischio di assembramenti.

Un’ulteriore misura dovrebbe essere la distanza di sicurezza tra gli ombrelloni. “Anche 5 o 10 metri. Sarà più che altro importante garantire le distanze tra le persone“, ha detto il Ministro Franceschini anche se alcune gestori hanno espresso perplessità perchè non tutti i litorali hanno spiagge ampie dove poter rispettare tali distanze.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—>L’Iss, novità per le mascherine e un avvertimento alla popolazione

Conte
CREMONA, ITALY – APRIL 28: Italian prime minister Giuseppe Conte makes a statement to the journalists on April 28, 2020 in Cremona, Italy. Italy will remain on lockdown to stem the transmission of the Coronavirus (Covid-19), slowly easing restrictions. (Photo by Marco Mantovani/Getty Images

All’ingresso degli stabilimenti balneari, inoltre, potrebbero essere applicati dei termoscanner per controllare la temperatura dei clienti, contapersone per controllare meglio il numero delle persone all’interno dello stabilimento. Infine potrebbero essere adottate delle corsie preferenziali di entrata e di uscita per evitare assembramenti.