Migranti, si discute sulla durata dei permessi: l’intesa è vicina

Il Ministero dell’Interno, Pd e Italia Viva vogliono inserire la norma sulla regolarizzazione dei migranti nel “Decreto maggio”.

Migranti sbarchi Italia Covid-19 Africa Oms
Migranti (Getty Images)

È più vicina un’intesa sulla regolarizzazione dei migranti, ma la maggioranza sta ancora trattando sulla durata dei permessi di soggiorno temporanei da dare ai lavoratori in nero dell’agricoltura e a chi fa la colf o la badante. Dopo il colloquio tra Giuseppe Conte e Italia viva, Ettore Rosato ha dichiarato: “nel governo sta maturando un orientamento positivo”. Non risultano però sciolti risolti tutti i dubbi. Secondo fonti ministeriali, sarebbe deciso ormai che potranno beneficiare della regolarizzazione braccianti, colf e badanti che lavorano in nero, anche lavoratori italiani. Sarà previsto un permesso di soggiorno ai lavoratori stranieri, che però Italia viva, Partito democratico e Liberi e Uguali vorrebbero di sei mesi, mentre il Movimento 5 Stelle lo vorrebbe di un solo mese.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, infettivologo Bassetti spiega: I guanti non servono se non al supermercato

Si punta a inserire la norma dei migranti nel Dl maggio

La mediazione su cui sta lavorando la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese prevederebbe permessi di 3 mesi, durata che sarebbe ben accetta dai democratici e anche da Italia Viva, ma che vede Liberi e Uguali contrario. Resta da capire se alla fine il Movimento 5 Stelle darà l’ok a un permesso di 3 mesi.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, il virologo Silvestri elogia il Sud Italia: I motivi per cui il temuto tsunami non è mai arrivato

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

migranti
Migranti (getty images)

Ad ogni modo, Partito democratico, Italia viva e Ministero dell’Interno vogliono inserire la norma dei migranti nel “Decreto maggio”.