Tasse e contributi, nuova proroga in arrivo. Le novità

Tasse e contributi. Quali sono le novità del decreto Maggio? Potrebbe esserci una proroga fino al 16 settembre. Notizie anche riguardo ai controlli fiscali

tasse e contributi
foto dal web

Tasse e contributi, argomento principale di questa emergenza. Potrebbe esserci una proroga nel prossimo decreto. Le novità non mancano mai. Si pensa ad una nuova scadenza che potrebbe slittare al 16 settembre, data in cui dovrebbero essere pagati tutti gli obblighi sospesi nei mesi di marzo, aprile e maggio. Secondo il decreto, anche i pagamenti riguardanti gli avvisi bonari, cartelle esattoriali e accertamenti previsti per il 2 marzo 2020 slitteranno. Il Governo ha un solo obiettivo: dare maggiore liquidità a famiglia e imprese e concedere più tempo per rialzarsi dopo la chiusura obbligata dei mesi dell’emergenza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Covid-19, apprensione al Sud: scoppia focolaio inaspettato

Tasse e contributi, tutte le novità

tasse e contributi
tasse (foto Pixabay)

Appuntamenti sospesi per i pagamenti di marzo, aprile e maggio. Il decreto prevede una proroga delle tasse e i contributi per il 16 settembre, lo stesso vale per gli avvisi bonari e le cartelle di accertamento. Non è ancora una certezza, visto che il decreto non è stato ancora approvato. Il Consiglio dei Ministri dovrà accettare l’ipotesi, quindi per ora la nuova proroga non è ufficiale. Un’altra richiesta proviene dalle imprese: la  proroga di tasse e contributi almeno fino alla fine dell’anno. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Conte, messaggio all’Eurogruppo: “Realizzare risposta solidale”

tasse e contributi
Tasse (foto Pixabay)

Un possibile rinvio fino alla fine del 2020 per il momento sembra soltanto un’utopia. Sicuramente sarebbe un sollievo sia per le imprese, le famiglie e i professionisti. Ma per adesso le cose stanno così e non bisogna far altro che seguire le regole. Sperando che non ci siano altri ripensamenti da parte del Consiglio dei ministri che potrebbe ribaltare la situazione e prendere nuove decisioni anche per la proroga dei pagamenti.