Fase 2 Germania, nuovi focolai: l’indice di contagio risale a 1,1

Fase 2, in Germania torna a salire l’indice di contagio. Si innescano nuovi focolai e il tasso supera nuovamente il livello 1.

Coronavirus
Angela Merkel (GettyImages)

In Germania torna la paura. Dopo il contenimento del coronavirus, con l’indice di contagio sceso a 0.65, il tasso è tornato a risalire sopra il livello di 1. Secondo i dati del Koch Institute, l’R0 è pari a 1.10: ciò vuol dire che una persona è in grado di contagiare un’altra persona. L’aumento di tale indice è stato registrato appena una settimana dopo la riapertura del Paese. Nel paese tedesco ci sono al momento 169mila casi confermati mentre il numero dei decessi è pari a 7.435. In alcune fabbriche per l’imballaggio delle carni si sono registrati alcuni focolai pericolosi.

LEGGI ANCHE –> Ripartenza sostenibile dopo l’emergenza: i quattro punti fondamentali

Fase 2 Germania, le possibili mosse di Angela Merkel

germania
merkel (getty images)

In alcuni distretti della Germania sarà probabilmente ripristinato il lockdown. Nel distretto di Coesfeld, cittadina a nord di Dortmund, si sono verificati più di 50 nuovi casi per 100mila abitanti: questo dato supera il limite fissato dal governo federale. A Coesfeld c’è grande preoccupazione per un focolaio innescatosi in un macello. L’attenzione è massima verso i lavoratori: con molta probabilità i distretti inizieranno ad effettuare tamponi a tappeto per tutti i lavoratori. Anche nel distretto di Steinburg è stato superato il limite di nuovi positivi, correlato ad un nuovo focolaio nato in un macello.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Come i giovani torneranno a scuola: gli scenari prospettati dal viceministro 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Draghi è l'uomo giusto per questa emergenza

Nonostante i nuovi dati allarmanti, la Germania ha deciso di aprire momentaneamente i confini in occasione della festa della mamma. La polizia accetterà la visita alla madre come motivo valido per entrare nel Paese: la giustificazione deve essere credibile e verificabile.