Le origini del Coronavirus, i virologi non hanno dubbi

I virologi per quanto riguarda l’origine del Sars-CoV-2, il nuovo Coronavirus che ha sconvolto la vita del mondo, sono concordi nell’affermare che sia naturale.

Coronavirus
(Getty Images)

Secondo i maggiori virologi il nuovo coronavirus a quanto pare è nato da un patogeno presente nei pipistralli, tali mammiferi non a caso vengono considerati dei serbatoi virali in quanto sono capaci di veicolare diversi virus. Quello che non è stato ancora chiarito è il come il coronavirus sia riuscito a passare dal pipistrello all’uomo. Per i virologi i primi contagi ci sarebbero stati nel wet market di Wuhan dove gli animali sono venduti vivi e macellati sul posto. Secondo alcuni esperti sarebbe esistito un animale untore intermedio che cioè dopo essere stato contagiato da un pipistrello avrebbe poi trasmesso il virus all’uomo. Indiziato numero uno è il pangolino, un piccolo mammifero ricoperto di squame. Ad avvalorare tale ipotesi ci sarebbe uno studio pubblicato da Nature secondo cui il Coronavirus sarebbe somigliante al 96% ad un virus individuato in una grotta di Yunnan, in Cina. Qui alcuni ricercatori hanno analizzato i patogeni dei pipistrelli scoprendo però che essi non possono infettare l’uomo.

Il Coronavirus nato da un errore umano

Coronavirus Russia
(Getty Images)

Altra ipotesi sull’origine del Coronavirus parla di un errore di laboratorio, in questo caso il principale sospetto è ricaduto sul Wuhan National Biosafety Laboratory in cui si studiano patogeni pericolosi. Il primo a parlare di possibile errore umano è stato Mike Pompeo, segretario di stato americano, che avrebbe addirittura dichiarato di avere “prove enormi a sostegno della teoria secondo cui il coronavirus abbiamo avuto origine in un laboratorio di virologia di Wuhan”. Ipotesi riprese più volte dallo stesso presidente americano Donald Trump.

LEGGI ANCHE -> Cinque motivi per tenere pochi euro sul conto corrente

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Coronavirus
(Getty Images)

C’è da dire però che i maggiori esperti mondiali sembrano non avere dubbi sull’origine animale del coronavirus, la stessa Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che “è probabile che il virus abbia avuto origine nei pipistrelli. Tutte le prove disponibili suggeriscono che il virus ha un’origine animale e non è stato manipolato o costruito in un laboratorio”.