Cassa integrazione, arriva la svolta: pagamenti più rapidi

Arriva la svolta per i pagamenti della cassa integrazione: a breve ci sarà una procedura semplificata attraverso l’Inps con il decreto rilancio

Conte Serie A
Giuseppe Conte (Getty Images)

Arriva la svolta per i pagamenti della cassa integrazione: a breve ci sarà una procedura semplificata attraverso l’Inps con il decreto rilancio che sta per essere varato dal Governo. I pagamenti della cassa integrazioni hanno rappresentato e rappresentano tutt’ora una forte problematica. La procedura  prevede che siano le Regioni a lavorare le pratiche per passarle, poi, all’Inps. Gli uffici non sono tarati per lavorare tante pratiche. Si parla di 10 milioni di documentazioni, circa, che solitamente si lavorano in cinque anni. Stando agli ultimi dati disponibili, solo una regione ha superato il 50% delle domande pagate, e si tratta delle Marche con il 69,45%, mentre ci sono ancora tre regioni al di sotto del 10%. Si tratta della Toscana con il 7% delle domande pagate, seguita dall’Abruzzo e dalla Lombardia, rispettivamente con il 5,43% e il 2,53%.

Leggi anche > Bonus Covid in busta paga: la tabella degli importi

Arriva la svolta: semplificazione nei pagamenti della cassa integrazione

Conte
CREMONA, ITALY – APRIL 28: Italian prime minister Giuseppe Conte makes a statement to the journalists on April 28, 2020 in Cremona, Italy. Italy will remain on lockdown to stem the transmission of the Coronavirus (Covid-19), slowly easing restrictions. (Photo by Marco Mantovani/Getty Images

Questo ha rallentato paurosamente i pagamenti. Troppe famiglie sono rimaste senza l’assegno per l’intero lockdown anche perchè non tutte le imprese hanno potuto, o voluto anticipare gli assegni della cassa ai propri dipendenti. Il Governo, così, si è trovato a dover fronteggiare questa problematica e a trovare una soluzione per velocizzare le pratiche. Così i ministri Gualtieri e Catalfo hanno confermato che nel decreto Rilancio saranno inserite delle modalità per velocizzare la procedura dei pagamenti della cassa integrazione.

Leggi anche > I motivi per non tenere soldi sul conto

Conte e Gualtieri mutui sospesi
Il premier Giuseppe Conte ed il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri (Getty Images)

In tal modo, entro 20 giorni tutte le documentazioni dovrebbero essere portate a termine. In venti giorni, in sostanza, tutti devono poter avere in tasca quanto è dovuto dall’Inps.