Coronavirus, tornano i contagi in Cina e a Wuhan

Dopo oltre un mese di quiete, nel primo Paese che al mondo ha affrontato l’emergenza sanitaria da coronavirus tornano 17 nuovi casi, cinque di questi nella città focolaio

Wuhan
Coronavirus – foto dal web

La Cina torna a tremare sotto l’ondata del coronavirus. Ci sono infatti ben 17 nuovi casi di contagio nel Paese che per primo ha affrontato nel mondo l’emergenza sanitaria. E ritorna ad essere protagonista anche la città di Wuhan, l’epicentro del primissimo focolaio di Covid-19 che finora ha fatto ucciso oltre 280 mila persone in tutto il mondo.

Era dal 4 aprile che non s registravano più nuovi casi di coronavirus nella città e in tutto il Paese. Questi nuovi dati sono stati resi noti dalla Commissione Sanità della città, secondo quanto riporta la Cnn online e l’Ansa in Italia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Coronavirus, a Wuhan un paziente in condizioni critiche

Coronavirus
Coronavirus Cina Wuhan la vita riprende lentamente FOTO Getty Images

Il primo paziente positivo al virus Wuhan è in condizioni critiche dicono i media locali. E di tutti i 17 nuovi casi sette sarebbero importati e sono stati registrati nella Mongolia Interna. Altri 10, infatti, secondo i dati ufficiali sarebbero “domestici”. Le province coinvolte sarebbero quella dell’Hubei con cinque casi, quella dello Jilin con tre, uno a Liaoning e un altro a Heilongjiang.

LEGGI ANCHE -> Burioni da Fazio: “Ci sono speranze, vi spiego quali”

Finora a Wuhan si sono registrati 3.869 morti provocati dal coronavirus e 50.334 casi di positività. Tutto questo nella sola città. Le cifre ovviamente aumentano, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins aggiornati al 10 maggio, se ci riferiamo a tutto il Paese. 83.990 (i casi di Covid-19 registrati e 4.637 i morti.

I dati che arrivano dalla Cina fanno preoccupare il mondo. Il primo Paese a combattere contro il coronavirus e il primo a sconfiggerlo ora trema ancora. La Cina, infatti, dopo la fine dell’emergenza sanitaria aveva riaperto i confini di Wuhan. La città epicentro della pandemia aveva avuto un blocco di contagi per 76 lunghi giorni.

LEGGI ANCHE -> Rsa Savona, positivi il 100% degli ospiti: medici increduli

Coronavirus
(Getty Images)

E ora dopo che le misure di contenimento sono state allentate il virus torna in città e in tutto il Paese. Un segno importante che deve far riflettere il mondo? Bisogna frenare con gli allentamenti per evitare un ritorno del virus?