Pillola contraccettiva, cosa è cambiato in 60 anni

La pillola contraccettiva debuttò in Usa per i disturbi mestruali. Da allora tante lotte sono state fatte, soprattutto nel nostro Paese oltre al fatto che il farmaco è decisamente cambiato

Pillola contraccettiva
Pillola contraccettiva (pixabay)

È uno dei contraccettivi più usati oggi tanto che sul mercato se ne trovano tipi diversissimi, molto evoluti, leggeri e senza troppi effetti collaterali. Parliamo della pillola contraccettiva, un farmaco che oggi sembra essere quasi scontato ma che 60 anni fa quando apparve per la prima volta sugli scaffali delle farmacie americane rappresentò una grande vittoria per il mondo delle donne.

Si perché nel maggio del 1960 la pillola contraccettiva non rappresentò solo una grande conquista della medicina ma una svolta nel mondo del costume e della società per il mondo femminista che proprio in quegli anni cominciava ad emanciparsi.

Un vero boom in America in quegli anni. Il medicinale Enovid, venduto contro i disturbi mestruali e con la dicitura sulla confezione: “questo medicinale eviterà l’ovulazione” fu un vero successo. Mezzo milione di confezioni furono vendute in meno di due anni.

Da allora molte cose sono cambiate e tante battaglie il medicinale ha dovuto affrontare, soprattutto in Italia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Pillola contraccettiva, in Italia anni di dure battaglie

Pillola contraccettiva
Pillola contraccettiva (pixabay)

La pillola contraccettiva in 60 anni di vita non ha avuto vita facile, soprattutto in Italia. Arrivata nel 1961 in Europa, nel nostro Paese ha dovuto combattere la resistenza dello Stato e soprattutto della Chiesa cattolica. Per poterla commercializza, usare e renderla legale in Italia ci volle addirittura l’abrogazione della legge 553 del codice penale. E non in pochi anni ma parliamo del 1978, ben 18 anni dal suo debutto in America.

LEGGI ANCHE -> Stanchezza da quarantena, come affrontarla

Un farmaco rivoluzionario per le donne che permette loro di decidere sulla volontà o meno di una gravidanza. Un potere decisionale importate dopo secoli di decisioni da parte degli uomini o del caso.

Oggi la pillola contraccettiva è assunta da più di 100 milioni di donne nel mondo e non solo come contraccettivo. Questo medicinale, infatti, è usato anche per altri scopi legati a disfunzioni ormonali o a problemi delle ovaie. Rispetto al suo esordio la pillola è cambiata molto, si è arricchita ed evoluta. Tutto questo all’uso di la di nuovi progestinici, dosaggi minori e più leggeri oltre che la diminuzione degli effetti collaterali.

LEGGI ANCHE ->  Mascherina fai-da-te: gli step per crearne una

Pillola contraccettiva
(Foto dal web)

In Italia il trend è in crescita e circa il 16% delle donne fertili la utilizzano.