Tragedia in mare: ragazzo muore dopo l’attacco di uno squalo

In California un giovane surfista 26enne, nonostante la spiaggia non fosse accessibile a seguito del lockdown, ha deciso comunque di avventurarsi in acqua: una volta giunto a largo è stato attaccato da uno squalo ed ha perso la vita.

oceano
(Foto di lecreusois-Pixabay

Una tragedia quella registratasi in California, precisamente a largo delle costa di Manresa State Beach. Un giovane surfista di 26 anni ha deciso, nonostante la spiaggia fosse stata chiusa a seguito del lockdown, di non rinunciare alla propria attività. Imbracciata la sua tavola si sarebbe addentrato nelle acque oceaniche, dove ad attenderlo vi era un crudele destino.

Leggi anche —> Giocatore dell’Atalanta grave in ospedale: lotta tra la vita e la morte

California, giovane surfista di 26 anni perde la vita: vittima di uno squalo

Sarebbe stato vittima di un attacco operato da uno squalo e per lui non ci sarebbe stato nulla da fare. Il giovane Ben Kelly, di 26 anni, nella giornata di sabato scorso è morto a seguito di un incontro troppo ravvicinato con uno dei più grandi predatori del mare.

Non voleva rinunciare alla sua passione così ha deciso nonostante il lockdown di recarsi nella baia di Monterey in California. Li avrebbe raggiunto la Manresa State Beach e si sarebbe dedicato al surf salendo sulla sua tavola e spingendosi a largo. Purtroppo, però, il suo era un destino segnato. Il giovane, nel bel mezzo delle acque oceaniche, sarebbe stato attaccato da uno squalo bianco, stando a quanto riporta la redazione di Fanpage. Giunto sul bagnasciuga, a seguito del suo recupero da parte dei soccorritori, il ragazzo non ce l’avrebbe fatta, morendo a causa delle gravi ferite riportate.

I messaggi di cordoglio sono stati innumerevoli, in molti hanno voluto rivolgere un pensiero al giovane scomparso. “Fratello hai raggiunto lo status di leggenda – hanno scritto su Facebook stando a quanto riferisce Fanpage -. Tutti noi surfisti conosciamo i rischi che corriamo quando entriamo in acqua. Ci immergiamo in un luogo in cui accadono cose più grandi di noi e che potrebbe essere l’ultima volta che mettiamo piede sulla terra“.

Le morti a seguito di attacchi da parte di squali sono meno frequenti di quello che si è porti a credere. Ben Kelly è, infatti, la terza vittima dal 1984 sulle coste californiane. Prima di lui, a perdere la vita fu un sub di 50 anni, riporta Fanpage, di nome Randy Fry. Quest’ultimo venne attaccato da uno squalo bianco nei pressi di  Kibeseliah Rock sita a Mendocino. Nel 1984, invece morì Omar Conger, un giovane di 28 anni, assaltato dalla stessa specie.

Leggi anche —> Tragico incidente in moto: operaio perde la vita

estate 2020
mare (Getty Images)

Il 26enne Ben Kelly lascia una moglie giovanissima.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.