Coronavirus Usa, Fauci lancia l’allarme: “C’è il rischio di innescare un’epidemia fuori controllo”

Coronavirus Usa, il virologo Anthony ha spiegato nella sua deposizione al Senato il grande rischio che incombe sugli Stati Uniti. 

Donald Trump epidemia Coronavirus
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (Getty Images)

Gli Stati Uniti sono il paese più colpito al mondo dal coronavirus. Secondo i dati, negli States ci sono attualmente 1,38 milioni di casi accertati e si sono verificati più di 81mila decessi. Trump continua a puntare il dito contro la Cina e la tensione tra gli Stati è alle stelle. Anthony Fauci, il massimo esperto di malattie negli Usa, nella sua deposizione al Senato, ha lanciato l’allarme. “Negli Stati Uniti c’è il rischio reale di innescare un’epidemia che non si è più in grado di controllare. L’esperto ha anche spiegato che il numero di decessi legato al coronavirus è con molta probabilità più alto: tantissime persone sarebbero morte a casa senza nemmeno passare per l’ospedale.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, a Wuhan paura per la seconda ondata: test obbligatorio per tutti i cittadini 

Coronavirus Usa: le parole di Fauci sull’epidemia

Virus e animali domestici
Anthony Fauci (adnkronos.com)

Il virologo Anthony Fauci ha analizzato i diversi rischi provenienti da una possibile riapertura anticipata. “Il mio messaggio è chiaro: se si saltano i passaggi di una riapertura graduale, quelli indicati nelle linee guida delle autorità sanitarie, le conseguenze potrebbero essere molto gravi“. L’esperto ha anche svelato che per il vaccino potrebbero servire più di 12 mesi ed è quindi difficile pensare ad un rientro di milioni di studenti nei campus e nelle scuole per fine agosto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid-19, nuova moda negli Usa: party per contagiarsi 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Trump Taske Force coronavirus
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (Getty Images)

Fauci ha messo in guarda quindi sulle riaperture. In Germania, ad esempio, dopo la riapertura l’indice di contagio è salito nuovamente sopra il livello 1.