Emergenza sanitaria, i lavoratori più a rischio contagio

Secondo una statistica americana, alcuni economisti ed esperti di salute hanno identificato quali sono i lavoratori più a rischio durante quest’emergenza sanitaria.

rischio tibercolosi
ospedale (Getty Images)

Tra i lavori più a rischio, secondo una statistica americana, ci sono gli assistenti infermieristici certificati. Costoro fanno il bagno, danno da mangiare e si occupano degli anziani e degli infermi nelle case di cura. Per far entrare e uscire dal letto gli ammalati, li abbracciano e li alzano. Il contatto così ravvicinato vuol dire che quando il virus si diffonde in una casa di cura, tende a espandersi rapidamente. Ci sono poi, tra i lavoratori a rischio, gli autisti di autobus come Jermain Foreman di New York City, che pregano tutti i giorni di non essere contagiati dal virus. Una situazione molto drammatica che ha tolto la vita a quasi 100 lavoratori, che mantengono in funzione gli autobus e le metropolitane di New York. Il video di Facebook dell’autista di autobus di Detroit Jason Hargrove a un passeggero che tossiva è diventato virale. Undici giorni dopo, Jason è stato il primo pilota di Detroit a morire a causa del Covid-19. Da quel momento, almeno altri 20 sono risultati positivi ai tamponi, ha affermato Glenn Tolbert, presidente di Amalgamated Transit Union Local 26, che rappresenta i conducenti della città di Detroit.

LEGGI ANCHE -> Silvia Romano, la procura di Milano apre un’inchiesta

Più della metà dei lavoratori di New York sono di colore

Giada Collalto studentessa italiana Erasmus Bilbao Spagna Veneto Italia
(Getty Images)

Più della metà dei lavoratori EMS di New York City sono di colore e circa un quarto sono donne. Sono i più pagati tra i primi soccorritori della città degli Stati Uniti. Guadagnano circa $ 50 mila di paga in cinque anni. Gli esperti di salute sul lavoro, infine, si preoccupano anche dei lavoratori agricoli a causa non solo del loro lavoro, ma anche delle condizioni in cui versano. I lavoratori infatti vivono molto spesso in case comuni, siedono vicini su furgoni e autobus per andare a lavorare nei campi e hanno un accesso limitato alle cure mediche.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, i Paesi che avranno prima il vaccino

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

infermiere
Infermiere (Getty Images)

La metà è priva di documenti, e questo fattore li rende non ammissibili ai programmi di disoccupazione o incentivazione.