L’immunologo Forni: “Il vaccino contro il Covid-19 arriverà tra un anno e mezzo”

Guido Forni, immunologo, ha spiegato a Radio Cusano Tv Italia che arriverà il vaccino anti Coronavirus ma ci sarà una vera e propria corsa per ottenerlo.

plasma anticorpi
Ricerca (foto dal web)

L’immunologo Guido Forni, professore ordinario di Immunologia dell’Università di Torino e socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei, autore del libro ‘I vaccini fanno bene. Perché dobbiamo credere nella scienza per difenderci da virus e batteri’, scritto con Alberto Mantovani, direttore scientifico e presidente della Fondazione Humanitas, ha spiegato, nel corso della trasmissione ‘L’imprenditore e gli altri’, su Radio Cusano Tv Italia: “Quando arriverà il vaccino per il Covid-19 ci sarà una vera e propria corsa per averlo. Sarà difficile averne abbastanza per tutti quelli che vogliono farselo. E se ci sarà anche una piccola quota che non vorrà farselo, non è un problema, perché ciò che conta è raggiungere l’immunità di gregge. Non c’è bisogno che tutti siano vaccinati. Se, però, la maggior parte delle persone è vaccinata – continua Guido Forni -, il virus non può più trasmettersi da una persona all’altra. Viene bloccato, è come stare in casa”.

LEGGI ANCHE -> 18 Maggio, la nuova normativa per i frequentatori di bar e ristoranti

L’Immunologo: “Tra un anno e mezzo avremo il vaccino”

Vaccino
(Foto di Katja Fuhlert-Pixabay)

“Va bene che ci sia una parte dei cittadini che non vuole sottoporsi al vaccino – continua Forni -. Non c’è bisogno di renderlo obbligatorio perché ci potrebbe essere il rischio che tutti vogliano il vaccino. Il problema che prevede l’Organizzazione mondiale della sanità è quello che ci saranno poche dosi all’inizio e che solo i Paesi più ricchi riusciranno ad averlo prima che venga prodotto su larga scala per tutto il pianeta. Ci sarà una vera e propria lotta per avere questo vaccino”.

LEGGI ANCHE -> Virus, gli occhi come nuova via di inserimento nel corpo

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Vaccino topo
(Pixabay)

“Poi, tra un anno o due, verrà distribuito in tutto il mondo e chi vorrà, potrà farselo. In Italia – conclude l’immunologo lo avremo tra un anno o un anno e mezzo”.