Forza Italia, arriva la rivoluzione di Berlusconi: nuovo vertice

Arriva la rivoluzione: nasce il nuovo vertice del partito per sostituire il “quadriumvirato” nato dopo la rottura con Toti e Carfagna. C’è una sorpresa

berlusconi-pomeriggio-5
Berlusconi a Pomeriggio 5 – Screenshot da video

E’ partita la rivoluzione per il rilancio di Forza Italia. Il presidente Silvio Berlusconi riprende in mano le redini e cambia quasi tutto. Il direttivo che è durato fino ad agosto scorso, era guidato dalla coppia Toti-Carfagna. Dopo la rottura il direttivo era composto da cinque elementi. Il presidente Silvio Berlusconi ha preferito cambiare tutto. Nuovo direttorio con ben quattordici elementi. Confermati i cinque precedenti, sono stati aggregati nove elementi nuovi, tra cui anche un giovanissimo a sorpresa: si tratta di Marco Bessetti, commissario nazionale di Forza Italia Giovani. Ecco i componenti del nuovo vertice di Forza Italia, tra le cinque conferme e le nove novità: Antonio Tajani, Maria Stella Gelmini, Anna Maria Bernini, Sestino Giacomoni, Jole Santelli, Marco Bestetti, Enrico Pianetta, Catia Polidori, Michaela Biancofiore, Renato Brunetta, Giorgio Mulè, Andrea Mandelli, Alessandro Cattaneo e Maurizio Gasparri.

Leggi anche > Putiferio alla Camera, Silvia Romano data per terrorista

Arriva la rivoluzione di Berlusconi

Berlusconi - Fascina
Berlusconi – Fascina (adnkronos.com)

Della vecchia guardia sono rimasti Maurizio Gasparri e Renato Brunetta così come Antonio Tajani. Entra anche Jole Santelli, protagonista recentemente di un braccio di ferro con il Governo per le riaperture delle attività commerciali in Calabria. Un braccio di ferro perso, poi, con la sentenza rapida del Tar che ha restituito centralità al Governo contro le scelte autonome della governatrice della Calabria.

Leggi anche > Donna violentata mentre faceva jogging

Jole Santelli
La presidente della Regione Calabria Jole Santelli (foto dal web)

Questa  rivoluzione dovrebbe dare nuovo impulso al partito che nell’ultimo anno ha continuato a perdere terreno nei confronti, soprattutto, del partito di Giorgia Meloni. Oggi Forza Italia viaggia intorno al 6 per cento, ma il Cavaliere punta al rilancio.