Follia al porto: aggredisce i colleghi e incendia la sede di lavoro

Un dipendente di una ditta che gestisce il porto di Finale Ligure (Savona) questa mattina ha accoltellato tre colleghi e dato fuoco agli uffici. L’uomo è stato fermato dai carabinieri.

Porto
(Getty Images)

Ha accoltellato tre colleghi, poi ha dato fuoco agli uffici della sede per cui lavora con una tanica di benzina. Questo quanto accaduto nella mattinata di oggi, mercoledì 13 maggio, a Finale Ligure, comune in provincia di Savona. A scatenare l’ira dell’aggressore, un dipendente della ditta che gestisce il porticciolo, sarebbe stata una lettera di richiamo a lui indirizzata per aver affondato un’imbarcazione. L’uomo è stato fermato dai carabinieri che, giunti sul posto, adesso stanno indagando per ricostruire con esattezza quanto sia accaduto. I tre feriti sono stati trasportati in ospedale, ma nessuna sarebbe in pericolo di vita.

Leggi anche —> Travolto da una valanga, muore noto alpinista

Finale Ligure (Savona), dipendente di una ditta accoltella tre colleghi e incendia gli uffici: nessuno dei feriti sarebbe in pericolo di vita

Tragedia sfiorata questa mattina a Finale Ligure, in provincia di Savona, dove un uomo ha prima colpito con un coltello due suoi colleghi e poi dato fuoco agli uffici alla sede di lavoro. È accaduto intorno alle 9 di stamane, mercoledì 13 maggio. Stando ad una prima ricostruzione, riportata dalla stampa locale e dalla redazione de La Stampa, un dipendente della ditta Finale Ambiente si sarebbe recato negli uffici di quest’ultima su tutte le furie dopo essere stato raggiunto da una lettera di richiamo per l’affondamento di una barca. Raggiunta la sede della ditta, il dipendente ha prima ingaggiato una lite con alcuni colleghi presenti e successivamente ne ha aggrediti tre brandendo un coltello. Infine, con una tanica di benzina l’uomo ha dato fuoco agli uffici, dove si era barricato. I tre feriti sono stati trasportati in ospedale dai sanitari del 118 intervenuti sul posto. Ai tre feriti, nessuno dei quali sarebbe in pericolo di vita, come riferisce La Stampa, si aggiunge una quarta persona rimasta intossicata dal fumo scatenato per via del rogo.

Intervenuti sul luogo dei fatti anche i Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme ed i carabinieri che hanno fermato l’uomo. Adesso i militari dell’Arma stanno indagando per cercare di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Al vaglio della Procura della Repubblica, riporta La Stampa, le accuse da formulare nei confronti del responsabile fermato dai carabinieri.

Leggi anche —> Donna violentata ed aggredita mentre faceva jogging: arrestato un 16enne

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Sul posto anche il sindaco della cittadina del savonese, Ugo Frascherelli che ha definito ignobile e gravissimo l’episodio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.