Calcoli renali: la dieta e gli alimenti per prevenirli. Cosa c’è da sapere

Calcoli renali: come possiamo prevenirli? Semplice, una dieta equilibrata e uno stile di vita sano. Ecco i consigli dell’esperto

calcoli renali
reni (pixabay)

I calcoli renali spesso diventano un problema perché scaturiscono dolore e coliche. Essi consistono in delle formazioni compatte che appaiono dopo un’eccessiva concentrazione di alcune sostanze dell’urina, le quali si aggregano. Di solito si manifestano tra gli uomini con un’età compresa tra i trenta e i sessantacinque anni. Un’altra cosa da sapere è che i calcoli tendono a riformarsi, anche una volta espulsi. I calcoli sono molto piccoli, hanno un diametro di 9 millimetri al massimo, a volta infatti capita che vengono normalmente espulsi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Mangiare avocado fa bene alla salute, ma attenzione ai rischi

Calcoli renali: come prevenirli

calcoli renali
dottore (pixabay)

I calcoli renali possono manifestarsi a causa di un’anomalia del proprio metabolismo o infezioni per assunzioni sbagliate di farmaci o delle particolari malformazioni all’apparato urinario. Tramite una corretta alimentazione e uno stile di vita sano si possono prevenire. Tra i vari accorgimenti bisogna bere molta acqua che permette alle urine di avere un ottimo volume entro l’arco della giornata. Gli esperti consigliano di seguire una dieta idropinica. Inoltre bisogna assumere un quantità di proteine utili per la prevenzione, almeno un grammo per ogni chilo del proprio peso. Così si potrà ridurre la presenza di calcio, ossalati o acido urico all’interno delle urine, aumentando invece quella dei cetrati.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Il benessere della pelle. Attenzione all’alimentazione e l’umidità

calcoli renali
dolori alla schiena (pixabay)

Chi soffre di questo disturbo deve contattare immediatamente il medico o uno specialista così da poter rimuovere o prevenire la venuta di essi. Bere tanta acqua, come abbiamo già detto, è un ottimo rimedio e serve inoltre a vivere in modo sano e corretto. Tutti gli esperti consigliano di farlo. Provare per credere.