Nubifragio a Milano, esonda il Seveso | Strade allagate e black out

Una notte infernale a Milano per via di un violento nubifragio. Per via dei forti temporali il fiume ha superato i limiti ed è arrivato in strada. Un albero è caduto. Il Lambro quasi al limite

Nubigfragio Milano
(foto dal web)

Questa notte su Milano si è abbattutto un forte nubifragio che ha portato all’esondazione del fiume Seveso. Così un intero quartiere è tornato sotto l’acqua, il Niguarda. La zona attorno a viale Fulvio Testi, si è risvegliata questa mattina di nuovo sott’acqua.

Piogge violente, e in alcune zone anche grandine, raffiche di vento, e anche black out. Una notte infernale nel capoluogo lombardo. Diverse le zone che si sono ritrovate senza corrente elettrica. Un albero è caduto e si è abbattuto lungo la linea tranviaria all’incrocio con via Rabolini. Ha rischiato di tranciare la rete elettrica. Fortunatamente nessun ferito, visto l’orario. I vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per liberare la strada.

L’esondazione del Seveso è avvenuta poco dopo le 3:00 di questa notte. Il fiume Lambro viene tenuto sotto controllo. Si è ingrossato molto ed è vicino all’esondazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> L’orrore: neonato abbandonato in riva al lago e sbranato da un varano 

Anche questa mattina la pioggia continua a cadere incessante su Milano. A Cesano Maderno il fiume Seveso ha raggiunto l’altezza di 1,99. Per fotuna dopo le 8 di questa mattina e dopo circa cinque lunghe ore, l’esondazione del Seveso è rientrata. Lo ha confermato l’assessore Marco Granelli.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Nubifragio a Milano, le comunicazioni del Comune

Marco Granelli, assessore alla Mobilità e ai Lavori pubblici del Comune di Milano, sta monitorando la situazione e dà aggiornamenti costanti via social.

Il Comune di Milano monitora la situazione minuto per minutoMarco Granelli, assessore alla Mobilità e ai Lavori pubblici del Comune di Milano, ha comunicato nel corso della prima mattina che l’emergenza è rientrata. ha puntualizzato però che per via del maltempo è stato chiuso il sottopasso Negrotto. “In corso evacuazione delle comunità del Parco Lambro per prudenza visto che il Lambro continua a salire e nel Parco incomincia ad allagare i prati”, ha aggiunto l’assessore.

Granelli, ieri aveva fatto il punto della situazione poco dopo la mezzanotte, quando le piogge erano già forti ma i fiumi ancora sotto controllo.

Nubifragio Milano
foto dal web

Su Facebook nella notte ha scritto: “Siamo nella fase più critica con l’ultima fase forte del temporale che da un’ora circa sta facendo piovere su Milano e sui bacini di Seveso e Lambro, comportando una salita dei livelli del Seveso nel quartiere di Niguarda, proprio nel momento in cui ci attendiamo l’arrivo dell’onda di piena da nord, fortunatamente deviata in parte considerevole dal canale scolmatore di Palazzolo potenziato con i recenti lavori degli ultimi anni”.

Poi alle 3 della notte l’esondazione. E alle 6 il secondo aggiornamento dell’assessore che comunica come il Seveso fosse ancora fuori dagli argini. Per questo il Comune di Milano ha disposto l’attivazione del Centro Operativo Comunale (COC), attivo dalle 18 di ieri.

L’allerta meteo emanata dal Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia parlava chiaro: rischio di temporali forti e così è stato.