Codogno, dopo il rinvio l’atteso Sì è arrivato | Grande gioia tre mesi dopo

Si è finalmente celebrato il matrimonio della coppia di Codogno che aveva dovuto rinviare le nozze il 22 febbraio a causa dell’emergenza Coronavirus

Codogno matrimonio coppia nozze Coronavirus
Immagine di repertorio (foto dal web)

Intervistata da ‘Tgcom24‘, Angela piangendo e ridendo esclama. “Non ci posso ancora credere“. Si è finalmente sposata la donna dopo il suo matrimonio era stato annullato a causa dell’emergenza Coronavirus a Codogno, in provincia di Lodi. Infatti inizialmente era stato fissato il 22 febbraio. Quel giorno si sarebbe dovuta tenere la celebrazione del rito civile e i successivi festeggiamenti con genitori, parenti e amici provenienti da Liguria e Campania.

Un sogno interrotto neppure 24 ore prima. È stato allora che il Basso Lodigiano era stato dichiarato “zona rossa” a seguito della scoperta del paziente 1. Di conseguenza è avvenuto il rinvio delle nozze a data da destinarsi. Angela e il suo futuro marito, trentenni casertani, in Lombardia per lavoro, improvvisamente hanno visto andare in frantumi il loro desiderio di sposarsi a causa del Covid-19.

LEGGI ANCHE —> Dramma nel Salernitano: ragazza di 27 anni morta folgorata

Codogno, alla fine il matrimonio si è celebrato. Angela: “Ci siamo sposati da soli, con la mascherina”

Codogno matrimonio coppia nozze Coronavirus
Immagine di repertorio (foto dal web)

Si sono ritrovati con i festeggiamenti saltati, dopo essere stati preparati da mesi. Questi sono stati messi da parte in casa con i genitori di lei, appena giunti dalla Campania e costretti a rimanere in una zona che era stata blindata. Però ora 16 maggio, dopo quasi tre mesi dalla data scelta, i due giovani sono finalmente a pronunciare il tanto agognato . Una storia a lieto fine. Ma non del tutto.

Difatti Angela racconta. “La telefonata dal Comune – spiega – è arrivata quando i miei erano appena partiti per tornare a Caserta, dopo la quarantena che ci aveva bloccato insieme in casa da febbraio – aggiunge -. Non ho voluto fermare il loro viaggio, perché li aspettavano i nonni da accudire – dichiara -. Così ci siamo sposati da soli, con la mascherina, senza genitori e con due testimoni del posto. Non abbiamo neanche potuto pranzare noi quattro insieme“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale , seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

LEGGI ANCHE —> Nuovo campanello d’allarme per gli asintomatici. Qual è

Codogno matrimonio coppia nozze Coronavirus
Immagine di repertorio (foto dal web)

Per fortuna però il tutto è rimediabile. Per gli sposi è previsto il grande giorno con cerimonia religiosa, in autunno nel Casertano.