Francia costretta a chiudere decine di scuole per i nuovi contagi

Francia costretta a chiudere settanta scuole materne e elementari dopo la scoperta di casi di coronavirus a una settimana dalle riaperture

scuola rientro
Scuole chiuse, (foto dal web)

La Francia costretta a chiudere ben settanta scuole materne e elementari dopo la scoperta di casi di coronavirus. E’ passata soltanto una settimana dalle riaperture in Francia. La scelta di aprire anche le scuole aveva lasciato dei dubbi. In Italia qualcuno ha guardato l’erba del vicino credendola più verde e si è dovuto ricredere. Settanta scuole sono tante e questi ragazzi possono portare il contagio presso i propri nuclei familiari. “Sono probabilmente casi contratti prima di tornare a scuola, all’uscita dal confinamento, ha dichiarato il ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, intervistato questa mattina ai microfoni di radio Rtl. Tuttavia, il ministro conferma che non c’è alcuna volontà da parte del governo francese guidato da Macron di proseguire con le scuole. I contagi non fermano l’istruzione.

Leggi anche > Virus al Sud meno aggressivo

Francia costretta a chiudere decine di scuole, in Germania due nuovi focolai

Coronavirus Lockdown
Il presidente francese Macron (GettyImages)

Intanto in Germania ancora focolai nei macelli. Altri 92 casi di un impianto per la lavorazione della carne a Dissen, in Bassa Sassonia, per i quali è stata disposta un’immediata quarantena. Un focolaio tedesco anche in un centro di accoglienza di migranti richiedenti asilo a St. Augustin, a sudest della città tedesca di Colonia. Qui i positivi sono 130 ed è stato chiesto ai residenti di mangiare ognuno nelle proprie stanze.

Leggi anche > Berlusconi, l’allarme del medico

germania
merkel (getty images)

Difficile, tuttavia, gestire la situazione. Nello stesso Land del Nord Reno Westfalia erano venuti fuori altri due focolai all’interno di strutture di accoglienza per rifugiati richiedenti asilo. Anche i tedeschi non riescono ancora a tenere la situazione sotto controllo.