Allarme per la mosca ‘succhia sangue’: un suo morso provoca febbre e pustole

Il sistema sanitario britannico avvisa i cittadini di fare attenzione alla mosca di Blandford: il loro morso causa febbre e vesciche.

Mosca di Blandford (newnotizie.it)
Mosca di Blandford (newnotizie.it)

Per i cittadini britannici potrebbe non essere facile godersi una giornata di sole al parco, perché contemporaneamente alla fine della quarantena devono affrontare il periodo in cui si accoppiano le mosche di Blandford. Questi insetti vivono in Turchia, Europa e in Siberia e sono soliti depositare le proprie uova nei pressi dei corsi fluviali e nelle zone umide. Di solito diventano aggressive nel periodo primaverile, quello in cui si accoppiano. Infatti la femmina di questa mosca va alla ricerca di sangue prima di copulare con il maschio.

LEGGI ANCHE -> Sfiducia a Bonafede, i rischi del Governo

Il morso della mosca non è letale ma molto fastidioso

Mosca di Blandford
Mosca di Blandford

Il morso della mosca di Blandford non è letale, ma molto fastidioso. Il primo sintomo è la febbre, poi viene il prurito, eccessiva sudorazione o linee rosse all’inguine e vesciche piene di pus. Secondo quanto si legge sul ‘Daily Star’ già a inizio maggio c’è stato un incremento di infezioni da mosca ‘succhia sangue’ nel Regno Unito. Il NHS, sistema sanitario britannico, ha avvertito i cittadini di fare molta attenzione a queste mosche di appena 3 mm e nel caso in cui dovessero mordere raccomandano di non grattare la zona per non diffondere l’infezione.

LEGGI ANCHE -> Gli effetti della quarantena ci fanno dormire peggio

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter 

Mosche
Mosche

La ferita deve essere lavata e asciugata con delicatezza e, per lenire il prurito, si consiglia un impacco freddo o una pomata. È invece molto sconsigliato l’uso di antistaminici, dato che potrebbero creare una reazione cutanea.