Covid-19, quanti sono i morti senza altre patologie

Covid-19, studio dei decessi per la malattia: rese note le statistiche dei morti senza altre patologie che non fossero il Coronavirus

Covid-19
Covid-19 (Getty Images) 

I numeri dell’epidemia di coronavirus in Italia sono in forte calo negli ultimi giorni. Sia per quanto riguarda i nuovi contagi che i decessi giornalieri, si tratta di cifre ancora elevate ma con un trend in fortissima crescita. I morti, comunque, sono più di 32mila nel nostro paese. Un tributo di vite umane molto pesante, su cui si stanno effettuando degli studi per capire di più del virus e di come affrontare un’eventuale ondata di ritorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il profilo di chi muore di Coronavirus: uomo e con tre patologie

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Il virus passerà come la Spagnola”, le parole di Giorgio Cosmacini

Covid-19, la statistica sui decessi: pochi senza altre patologie

Covid-19
Covid-19 (Getty Images)

Un rapporto, intitolato ‘Impatto dell’epidemia Covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente primo trimestre 2020′ e compiuto dall’Istat e dall’Istituto Superiore di Sanità, è disponibile sul web da qualche giorno. Il focus verte su 2848 dei morti totali per i quali è stato possibile esaminare le cartelle cliniche. La media generale a livello nazionale parla di morti di un’età media di 80 anni. Soltanto il 3,9% del campione considerato non aveva altre patologie pregresse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 2, i luoghi da evitare per scongiurare il rischio di infezione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’esperimento giapponese: nei ristoranti il virus si trasmette in 30 minuti

Covid-19
Covid-19 (Getty Images) 

Per quanto riguarda tutti gli altri, il 59,8% aveva tre o più patologie precedenti, il 21,3% due patologie, il 14,9% una patologia. Le patologie principali erano ricomprese tra cardiopatie, ipertensione, diabete, cancro, epatite, insufficienza renale, dialisi, Hiv e obesità.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter