Tragedia familiare: uccide il fratello davanti agli occhi della madre

Un uomo di 68 anni ha ucciso il fratello a coltellate davanti all’anziana madre a Chiesina Uzzanese, comune in provincia di Pistoia.

Carabinieri
(Getty Images)

Un omicidio familiare al culmine di una lite in casa. Questo quando accaduto nel tardo pomeriggio di domenica a Chiesina Uzzanese, comune in provincia di Pistoia. Secondo una prima ricostruzione, un uomo di 68 anni dopo aver ingaggiato un’accesa discussione con il fratello 56enne lo ha colpito con un coltello. La tragedia si è consumata davanti agli occhi della madre 90enne dei due che urlando ha allarmato i vicini. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118, i cui tentativi di rianimare il 68enne sono stati vani. L’aggressore, fermato dai carabinieri nella sua abitazione, poco lontana da quella della madre, ha confessato poco dopo il delitto agli inquirenti.

Leggi anche —> Omicidio Luca Sacchi, si apre il processo: emergono nuovi sms tra Luca ed Anastasiya

Pistoia, uccide il fratello a coltellate davanti agli occhi della madre: arrestato un 68enne già noto alle forze dell’ordine

Imprenditore suicida crisi virus Conte
(Getty Images)

Omicidio a Chiesina Uzzanese, comune in provincia di Pistoia, nel tardo pomeriggio di domenica, 17 maggio. Secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione di Leggo, Narciso Zari, 68 anni, ha ucciso il fratello 56enne, Giuliano Zari, a coltellate al culmine di una lite. Quest’ultima sarebbe scaturita in casa della madre 90enne che ha assistito alla tragedia. Da una prima ricostruzione, riporta Leggo, pare che il 68enne fosse andato a trovare la madre e lì avrebbe iniziato a litigare con il fratello accusandolo di maltrattare l’anziana. Al culmine del litigio, Narciso avrebbe colpito con un coltello da cucina il fratello al torace ed alla schiena per poi fuggire. Le urla della madre dei due avrebbero allarmato i vicini di casa che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i sanitari del 118, i quali hanno provato a rianimare il 58enne che, purtroppo, è deceduto poco dopo.

Intervenuti anche i carabinieri che hanno rintracciato e fermato nella sua abitazione, poco distante, l’autore dell’aggressione. L’uomo portato in caserma a Pistoia, riporta Leggo, avrebbe confessato subito l’omicidio. Adesso i carabinieri, in attesa dell’interrogatorio del pubblico ministero, stanno cercando di ricostruire con esattezza quanto accaduto.

Leggi anche —> Padre uccide il figlio disabile e poi si suicida

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Narciso Zari era già noto alle forze dell’ordine, riferisce Leggo, per diversi reati tra cui quella di tentato omicidio. Nel 1994 aveva lanciato una bottiglia molotov da un cavalcavia sfiorando un furgone che transitava sull’autostrada A11 Firenze-Mare nei pressi di Chiesina Uzzanese. Due giorni dopo venne arrestato con l’accusa di disastro doloso.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.