In casa dal compagno per la fine del lockdown: lui la sequestra e la picchia

Nella serata di lunedì un uomo è stato arrestato a Bologna con l’accusa di aver sequestrato e picchiato la compagna che lo aveva raggiunto in casa per festeggiare la fine del lockdown.

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Un uomo di 49 anni è stato arrestato nella serata di lunedì a Bologna per aver sequestrato e percosso la compagna che si era recata nella sua abitazione per festeggiare la fine del lockdown. A mandare su tutte le furie il 49enne, secondo quanto raccontato dalla donna agli inquirenti, sarebbe stato il rifiuto di quest’ultima alla richiesta di un rapporto sessuale. A chiamare le forze dell’ordine è stata la stessa donna che avrebbe approfittato di un attimo di distrazione dell’uomo per contattare le forze dell’ordine. Alla vista dei carabinieri giunti sul posto, l’uomo ha aperto la porta di casa lasciando uscire la compagna.

Leggi anche —> Femminicidio, lei lo lascia e lui la decapita | La vittima ha solo 17 anni

Bologna, sequestra e la picchia la compagna: era andata a trovarlo per festeggiare la fine del lockdown

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Quello che doveva essere un giorno di festa per via della fine delle misure di sicurezza imposte dal Governo dopo la diffusione del coronavirus in Italia, si è trasformato in un incubo per una donna. È accaduto nella serata di lunedì 18 maggio a Bologna, dove i carabinieri hanno arrestato un 49enne per aver sequestrato e picchiato la compagna. Stando al suo racconto ai carabinieri, come riporta la redazione de Il Resto del Carlino, la donna si era recata in casa del fidanzato per festeggiare la fine del lockdown e preparargli la cena. Il 49enne, però avrebbe preteso di avere un rapporto sessuale e, dopo il rifiuto della compagna, sarebbe andato in escandescenza. L’uomo, ha raccontato la donna, avrebbe chiuso la porta dell’appartamento per poi minacciarla di morte, minacce a cui sarebbero seguite azioni fisiche per bloccarla sul letto e percuoterla.

Approfittando di un attimo di distrazione del compagno, la donna ha chiamato il 112 chiedendo aiuto e sul posto si sono immediatamente precipitati i carabinieri. L’uomo, come riporta Il Resto del Carlino, alla vista dei militari dell’Arma ha aperto la porta lasciando uscire la compagna. I carabinieri del comando provinciale di Bologna hanno arrestato il 49enne che è stato portato in caserma e successivamente posto agli arresti domiciliari. Ora è accusato di sequestro di persona, atti persecutori, violenza sessuale e lesioni personali aggravate.

Leggi anche —> Tragedia familiare: uccide il fratello davanti agli occhi della madre

Coronavirus
Ambulanza (foto dal web)

La donna, che ha raccontato di aver subito altre violenze non denunciate nei mesi scorsi, come riporta Il Resto del Carlino, è stata soccorsa e medicata dal personale sanitario: prognosi di 7 giorni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine  FacebookInstagram e Twitter.