Bonafede | Renzi salva lui e il Governo | “Ascoltiamo Conte”

Situazione sfiducia Governo, era in forte dubbio la posizione del ministro ella Giustizia, Alfonso Bonafede. Come è andata la votazione.

bonafede
Il ministro Bonafede salvato da Italia Viva Foto dal web

La posizione di Alfonso Bonafede e del secondo Governo Conte era in pericolo. Alla mozione di sfiducia che ha visto il ministro della Giustizia al centro della votazione odierna quest’oggi non ha però fatto seguito alcun sconvolgimento.

LEGGI ANCHE –> Sfiducia, i rischi del Governo

Alcuni pensavano che Italia Viva di Matteo Renzi potesse mettere su un ‘inciucio’ con l’altro Matteo, Salvini, ed aprire una crisi che avrebbe portato alla caduta dell’attuale Esecutivo. Uno scenario che mai come oggi andava evitato, dal momento che c’è il bisogno per le forze di maggioranza e di opposizione di concentrare gli sforzi su come superare l’attuale crisi economica scaturita dalla epidemia globale. Italia Viva ha votato in favore di Bonafede e del Governo. Le parole di Matteo Renzi al Senato non hanno però risparmiato delle critiche anche forti rispetto al titolare del Dicastero della Giustizia. “Ministro Bonafede, se noi di Italia Viva avessimo usato lo stesso metodo utilizzato contro i precedenti governi, lei quest’oggi dovrebbe tornare a casa. Facciamo gli esempi dei vari Alfano, Guidi, Boschi, Lupi, Lotti, De Vincenti. Ma noi non siamo come voi”.

LEGGI ANCHE –> Fase 2, assalto all’Ikea: i sindacati lanciano l’allarme

Bonafede, il discorso di Italia Viva

“Ricevere accuse infamanti sui giornali, che finiscono con il coinvolgere anche le proprie famiglie, fa male. Passi la notte pensando che la colpa di tutto questo sia tua anche se in realtà sei innocente. E non ti spieghi questo massacro mediatico”. Per Renzi “è la politica che ci guida, non il populismo. E seguiamo la prima. Perciò voteremo contro le mozioni di sfiducia, pur riconoscendo al centro destra ed alla senatrice Emma Bonino che hanno posto in essere dei temi veri. Ma seguiamo le parole del premier Conte”.

LEGGI ANCHE –> Sondaggi politici | risultati di metà maggio | in calo Salvini e la Meloni

Il primo ministro aveva affermato che, qualora ci fosse stato un voto contrario di parte della maggioranza ci sarebbero state conseguenze politiche. “Quando parla il presidente del Consiglio si rispetta istituzionalmente”.