Covid, le vendite di automobili sono crollate: i numeri

Le vendite di auto sono crollate del 78,3% all’interno dell’Unione Europea, dove sono stati immatricolati solo 292.182 veicoli

Ingressi scaglionati e cambi d'orario saranno alla base della fase 2
Traffico (foto Pixabay)

La crisi del coronavirus sta lasciando un ampio divario nel mercato automobilistico, che ha segnato il suo momento peggiore ad aprile. Le vendite sono precipitate del 78,3% all’interno dell’Unione Europea, dove sono stati immatricolati solo 292.182 veicoli. Nello stesso mese del 2019, erano stati commercializzati 1,34 milioni di veicoli, secondo le statistiche rilasciate martedì dall’associazione dei produttori europei, ACEA. L’Italia, il Regno Unito e la Spagna sono stati i paesi più colpiti dal calo delle attività legato al rallentamento economico causato da covid-19. Mentre il mercato italiano ha subito una contrazione del 97,6%, il mercato britannico lo ha fatto al 97,3% e lo spagnolo al 96,5%. Il crollo è stato significativo anche in Francia (88,8%), mentre l’entità del calo è stata inferiore in Germania (61,1%), beneficiando di un’apertura più accelerata dei rivenditori.

Leggi anche > Ecobonus, i lavori da fare

Vendite auto crollate in Europa

Traffico
(Getty Images)

Nel mezzo dei negoziati per il settore automobilistico per garantire una parte del piano di rilancio preparato dall’Unione Europea, l’associazione dei datori di lavoro ha ricordato che uno dei 27 paesi membri dell’Unione Europea aveva visto i loro mercati subire cali a due cifre. Quella che ha sofferto di meno è stata la Danimarca, che ha registrato una contrazione del 37% nel numero di registrazioni. Nei primi quattro mesi dell’anno, il volume delle vendite ha registrato un calo del 39,1%, raggiungendo 3,34 milioni di auto.

Leggi anche > Bonus 100 euro, a chi spetta

I francesi propongono un fondo per la ripresa
Bandiera UE_pixabay

Per marchio, è stata la Volkswagen a guidare le vendite, con 387.618 unità, sebbene quest’anno abbia perso il 38% delle vendite. La Renault, con 203.135 unità, ha visto le sue immatricolazioni ridotte del 44%, una riduzione simile a quella subita da Peugeot (42,4%).