Il consumo di fibre allunga la vita: la testimonianza di uno studio

Secondo uno studio, le persone che consumano una dieta ricca di fibre hanno più possibilità di sopravvivere

dieta fibre
Pasta – Foto Instagram da https://www.instagram.com/p/B9PpUgfH3ap/

La quarantena forzata ha portato l’affioramento dei valori simbolici come quello della famiglia. Ma la condizione di vita sedentaria per alcuni italiani non ha giovato positivamente. La condivisione dei valori fondamentali della vita il più delle volte è stata incalzata da un’attività alimentare sregolata che ha aumentato il rischio di contrazione di altre patologie.

Il cibo conumato sulle nostre tavole non contiene la giusta quantità calorica da assumere per evitare i problemi legati ad esempio all’obesità. Di conseguenza le condizioni di sopravvivenza si riducono se ci si adatta ad una dieta squilibrata.

Tuttavia uno studio di ricercatori alimentari suggerisce importanti novità sul consumo dei pasti, da integrare necessariamente con le fibre. L’integrazione di queste sostanza porta benefici non solo a livello metabolico, ma sono efficaci per i soggetti diabetici, determinando un allungamento della loro vita.

LEGGI ANCHE —–> La dieta post quarantena: i consigli dell’esperto

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

L’analisi dei dati raccolti dallo studio

dieta fibre
Alimentazione in quarantena (pixabay)

La ricerca portata avanti dallo studio dei ricercatori dell’Università di Otago in Nuova Zelanda ha determinato importanti novità sui dati raccolti sui pazienti diabetici. Gli esperti si sono espressi su un campione di 8.300 malati di diabete, annunciando che il numero è notevolmente lievitato rispetto all’ultima stima.

La causa principale è dovuta al fatto che sulle tavole di troppi si registrano consumi di carboidrati raffinati bianchi che non favoriscono la circolazione del sangue. La presenza di grasso nei globuli rossi non contribuisce all’ossigenazione delle cellule vitali. E allora perchè non provare a dosare il consumo di pasti, magari sostituendoli con quelli composti da fibre alimentari.

Mangiare pane e pasta atipici magari con l’aggiunta di verdura fresca e in abbondanza. Andrebbe bene anche quella in scatola ma attenzione alla presenza di sodio.

LEGGI ANCHE —–> Dopo la quarantena è arrivato il momento di mettersi a dieta

dieta fibre
Perfetta alimentazione 8foto dal web)

Lo studio neozelandese ha suggerito importanti traguardi se si dà attenzione al consumo di cereali integrali. Ne verrebbe fuori un lieve effetto positivo sulla diminuzione del peso e di conseguenza un aumento delle condizioni sane di vita.