Cannavacciuolo riapre i suoi locali. “Torniamo operativi”

Cannavacciuolo riapre i battenti. I suoi locali in Piemonte sono pronti per l’apertura. “Sanifichiamo con tecnologia della Nasa”

cannavacciuolo
chef (getty images)

E’ da pochi giorni iniziata la Fase 2, molte persone hanno ripreso a lavorare con tutte le accortezze del caso. O almeno così dovrebbe essere. Tra questi anche lo chef Cannavacciuolo ha riaperto i suoi locali in Piemonte, seguendo tutte le misure di sicurezza che il Decreto vuole. “La sanificazione? Abbiamo adottato una tecnologia creata dalla Nasa – afferma lo chef stellato – Con Cinzia e tutto il team abbiamo studiato e  predisposto ogni dettaglio – spiega – ma vogliamo come prima cosa ricordarci che la ristorazione e l’ospitalità hanno un fattore imprescindibile, quello umano, quello che – continua – anche con tutte le misure attivate vogliamo trasmettere”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Antonino Cannavacciuolo, trucchi e segreti della cucina

Cannavacciuolo e la ripartenza

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo (GettyImages)

Lo chef stellato Cannavacciuolo è pronto a ripartire in piena sicurezza. Prima con il “take away”, poi l’apertura ufficiale dal 18 maggio, oltre i bistrot di Torino e Novara, anche il Relais Villa Crespi e Laqua charme & boutique, le due dimore del gruppo. Parole d’ordine: innovazione e sicurezza. “Utilizziamo prodotti e sistemi di ultimissima generazione – spiega lo chef – la purificazione attraverso una tecnologia sviluppata della Nasa, sistemi Bio Allergy Free e ozono- riconversione”. Dice entusiasta: “I bistrot di Novara e Torino sono pronti ad aprire al pubblico – continua –  anzi saranno i primi ad aprire sabato e in queste settimane manterranno il servizio take away”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Antonino Cannavacciuolo, la ricetta originale della pastiera

cannavacciuolo
chef (getty images)

“La nostra missione – conclude lo chef – è quella di incantare gli ospiti attraverso il nostro mondo di ospitalità, con attenzioni ed emozioni autenticamente italiane, dando ancora più valore al tempo che viviamo”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter