Brusaferro (Iss) | “Vi spiego come vanno i dati della pandemia”

Il professor Silvio Brusaferro dell’Istituto Superiore di Sanità parla dei più recenti dati inerenti la situazione della pandemia in Italia.

Brusaferro dati pandemia
Silvio Brusaferro dati pandemia Foto dal web

Parla in conferenza stampa il professor Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. Il noto virologo fa il punto su quella che è la situazione attuale della pandemia in Italia.

LEGGI ANCHE –> Effetto Covid sulle pensioni: stangate e mancate rivalutazioni

“Ora non assistiamo a particolari novità per quanto riguarda la curva dell’epidemia. Di cambiamenti importanti non ce ne sono e la curva stessa continua ad essere in calo”, afferma Brusaferro. Che quindi conferma il trend positivo che va avanti da quasi cinque settimane. Infatti da metà aprile il numero di contagi e di vittime in Italia è in costante diminuzione. Ma il professore avverte ancora una volta, come già fatto tante altre volte in passato, che il virus non è affatto sconfitto. “C’è ancora, circola tra noi e dovremo conviverci per un certo periodo. Per questo non possiamo permetterci un calo di attenzione”.

LEGGI ANCHE –> Soggetti positivi al virus prima del “paziente 1”: lo studio di un team di esperti italiani

Brusaferro, ottimismo sui recenti dati della pandemia in Italia

L’alto esponente dell’Istituto Superiore di Sanità parla anche dell’indice Rt di contagio sul territorio. “Uno strumento i cui valori variabili nel breve periodo sono di grande aiuto per poter monitorare la situazione sull’epidemia in tempo reale”. Per quanto riguarda la Lombardia, che fin dall’inizio di questa emergenza sanitaria ha rappresentato la zona più colpita d’Italia, si registra una conferma importate. Anche lì ha avuto inizio un calo di ricoveri e di vittime. Nonostante è proprio lì che comunque si registra di giorno in giorno la maggior parte dei casi. Di recente poi sono sorti dei picchi in Molise ed in Umbria, che per fortuna sono presto rientrati.

LEGGI ANCHE –> Uso di mascherine e guanti: quali sono gli errori da evitare

Possibili nuovi casi di contagi “ma saremo più pronti”

Proprio nella regione del centro-Italia l’indice di contagio è pari a 0,2. Un valore molto basso, che si punta ad estendere anche nel resto del nostro Paese grazie alla prevenzione. Attenti comunque alla spiacevole eventualità di un nuovo aumento di casi. Uno scenario che potrebbe risultare possibile nelle prossime settimane. Una conseguenza che può dipendere da diverse situazioni, nonostante le misure di attenzione intraprese. Ma per Brusaferro ora che possediamo maggiore consapevolezza e conoscenza della situazione, la cosa non dovrebbe risultare particolarmente preoccupante come ad esempio nello scorso febbraio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.