Don Luigi Ciotti chi è: età, gruppo Abele e vita privata

Chi è Don Luigi Ciotti. Curiosità sul Gruppo Abele e l’Associazione libera. Scopriamo insieme qualcosa sulla sua biografia

don luigi ciotti
BOLOGNA, ITALY – OCTOBER 06: ‘Festival della Pizza e Mozzarella’ at FICO Agri-Food Park on October 06, 2018 in Bologna, Italy. (Photo by Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)

Don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e Associazione libera, è conosciuto da tutti per il suo impegno nella lotta antimafia e l’aiuto a ragazzi con disagi sociali. E’ nato il 10 settembre 1945 a Pieve di Cadore. Insieme alla famiglia si trasferì a Torino nel 1950, poiché i suoi genitori erano in cerca di lavoro e lì vissero nelle baracche dei cantieri operai per la costruzione del nascente Politecnico di Corso Duca degli Abruzzi, nel quartiere Crocetta. Una volta finite le scuole dell’obbligo si diplomò in un istituto professionale e divenne un radiotecnico. Con costanza frequentò i gruppi parrocchiali della Crocetta. Insieme a loro, nel 1965 fondò un gruppo chiamato Gioventù, con l’obiettivo di aiutare i disadattati e i drogati per strada.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Maurizio Crozza, chi è | età carriera vita privata del comico

Don Luigi Ciotti e il gruppo Abele

don luigi ciotti
BOLOGNA, ITALY – OCTOBER 06: ‘Festival della Pizza e Mozzarella’ at FICO Agri-Food Park on October 06, 2018 in Bologna, Italy. (Photo by Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)

Don Luigi Ciotti ha dato all’Italia un contributo molto importante grazie alle iniziative del Gruppo Abele e Associazione Libera. Gioventù, il gruppo di ragazzi fondato nel 1965, si allargò sempre di più coinvolgendo anche animatori ed educatori sociali della città e, nel 1971, nacque il mensile Animazione Sociale. Fra le sue prime attività, gli argomenti trattati riguardavano progetti di carattere educativo negli istituti di pena minorili e la nascita di alcune comunità per adolescenti alternative al carcere. Nel 1974, Don Ciotti riuscì ad aprire un centro di ascolto per tossicodipendenti riqualificando un cascinale presso il paese di Murisengo, in provincia di Alessandria, e rinominandolo prima  Cascina Abele, poi “Gruppo Abele”. Fu la prima esperienza di questo tipo in Italia. Attraverso l’impegno culturale, si costruirono diritti e giustizia sociale. Oggi il Gruppo Abele non si occupa solo di droga, ma sviluppa proposte per affrontare il disagio sociale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Anna Foglietta: età, altezza, peso, marito, figli e curiosità

La lotta antimafia con Associazione libera

Oltre al Gruppo Abele, Don Ciotti a partire dagli anni novanta si attivò anche nell’ambito della mafia.  Nel 1995 fondò Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alla criminalità organizzata e di favorire la creazione di una comunità alternativa alle mafie stesse. Attualmente l’organizzazione coordina più di 1600 realtà nazionali e internazionali che si occupano in vario modo del contrasto alla criminalità organizzata.

don ciotti
BOLOGNA, ITALY – OCTOBER 06: ‘Festival della Pizza e Mozzarella’ at FICO Agri-Food Park on October 06, 2018 in Bologna, Italy. (Photo by Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)

La promozione  dei diritti di cittadinanza, la cultura della legalità democratica e la giustizia sociale,la valorizzazione della memoria delle vittime di mafie e contrastare il dominio mafioso del territorio sono solo alcuni degli obiettivi dell’associazione.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter