Il Premier Conte sul Mes: il messaggio è chiaro

Il Premier Giuseppe Conte si è espresso in merito al tanto discusso Mes annunciando che non è l’obbiettivo a cui aspira il Governo il quale, invece, mira ai 500 miliardi a fondo perduto provenienti da Francia e Germania.

Giuseppe Conte
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte (Getty Images)

Dichiarazioni importanti quelle che provengono dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in merito al Mes. Stando a quanto affermato dal Premier, infatti, quest’ultimo non sarebbe l’obbiettivo a cui aspira il Governo che invece mira ai 500 miliardi a fondo perduto provenienti da Francia e Germania.

Il Premier ha poi parlato delle misure messe in atto dal Governo, nello specifico della Cassa Integrazione e dell’ampliamento della categoria di soggetti che saranno destinatari degli incentivi da parte dello Stato.

Leggi anche —> Scontro Governo-Veneto, Zaia: “Pronto ad andare in tribunale”

Conte non aspira al Mes: obbiettivo 500 miliardi a fondo perduto

Giuseppe Conte (getty images)

Mes si Mes no. Questo è stato uno dei punti più dibattuti nel corso dell’emergenza a causa del coronavirus. L’idea che l’Italia potesse accettarne le condizioni, aveva fatto storcere il naso ai più, che accusavano il Governo di volersi accordare con l’Europa con conseguenze pregiudizievoli per il Paese.

Il Premier Giuseppe Conte, oggi, rasserena gli animi. Tramite alcune dichiarazioni rilasciate alle più note testate giornalistiche d’Italia, il Mes non sarebbe l’obbiettivo cui aspira il Governo. Preferibile sarebbe, invece, a suo avviso la possibilità di ottenere 500 miliardi di euro a fondo perduto da parte di Germania e Francia.

Non mancano le considerazioni circa le misure sino ad oggi adottate, prima fra tutte la cassa integrazione. Per il Premier il ricorso alla CIG rappresenta il critico momento vissuto dall’Italia e l’impegno da parte dell’esecutivo di voler tenere al riparo i posti di lavoro. Per questa ragione l’Esecutivo si impegnerà ancor di più per agevolarne l’erogazione acconsentendo a che l’Inps anticipi il 40% del dovuto entro e non oltre due settimane dall’inoltro della domanda.

Il Premier Conte ha aggiunto che è stata ampliata la categoria di soggetti a cui verrà riconosciuta un’indennità a seguito dell’emergenza. Proprio nella giornata di ieri, avrebbe proseguito stando a quanto riporta la redazione dell’Ansa, ben 1,4 milioni di lavoratori hanno ricevuto il bonus da 600 euro. Nei prossimi giorni lo otterranno tutti.

Leggi anche —> Il premier Giuseppe Conte: “Non è il tempo dei party e delle movide”

Conte fase 2
(Getty Images)

Non passa inosservato agli occhi di Giuseppe Conte l’attuale momento di tensione che gli Italiani, dice, stanno affrontando con grande capacità di adattamento. L’intervento si chiude con un invito all’opposizione: appianare le divergenze e portare avanti un progetto ed un dialogo costruttivo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.