Zuppe alimentari ritirate dal mercato: il messaggio del Ministero della Salute

Alcune zuppe sarebbero in stato di ritiro dal commercio alimentare. L’allerta del Ministero della Salute sulla presenza di sostanze nocive

zuppe ministero
Zuppe di cereali (foto dal web)

Come ben sappiamo i prodotti che raccogliamo dagli scaffali dei supermercati possono nascondere numerose insidie. L’ultimo avvertimento era arrivato direttamente dal gruppo Esselunga, la catena della Grande Distribuzione che minacciava la presenza di sostanze nocive nei contenitori di salviette umide per bambini.

Ma l’intervento del Ministero della Salute oggi continua sulla stessa lunghezza d’onda e sposta l’attenzione su agenti contaminanti negli ingredienti di alcune pietanze alimentari. Si tratta di prodotti segnalati dall’organo preposto, che già sta provvedendo al ritiro immediato dalle scaffalature dei supermercati.

La nota del Ministero della Salute arriva tempestivamente alle orecchie dei compratori e si riferisce al richiamo su alcune pietanze di natura cereale.

LEGGI ANCHE —–> Ritiro alimentare, due richiami urgenti da tutta Italia – FOTO

I marchi del prodotto “segnalati” dal Ministero della Salute

zuppe ministero
La zuppa di legumi e cereali sottoposta a ritiro alimentare

L’attenzione che il Ministero della Salute estende ai clienti dei supermercati riguarda set di zuppe alimentari confezionate. Nei medesimi prodotti conditi da ingredienti, quali cereali e verdure è stata riscontrata la sospetta presenza di una sostanza nociva per la salute dell’uomo.

Il Ministero della Salute parla di botulino, un batterio Gram+, sporigeno della famiglia delle Clostridiaceae. Al fine di non creare confusione e disorientamento nella scelta dei prodotti, il Ministero della Salute ha ritenuto necessario prestare maggiore attenzione ad alcuni marchi a rischio, nonchè potenziali possessori di questi germi batterici.

Le confezioni di zuppe di cereali e vegetali da tenere d’occhio fanno parte del Gruppo alimentare Zerbinati con lotto 20-113, confezione da 310 grammi e scadenza nei primi giorni del mese successivo.

Altro gruppo a rischio, il marchio Consilia del medesimo Gruppo con uguale numero di lotto, ma confezione da 620 grammi.

Infine è ancora Esselunga a finire sotto la lente di ingrandimento del Ministero con una zuppa di verdure con legumi con lotto di produzione 20-113 e scadenza prevista per il  mese corrente.

LEGGI ANCHE —–> Zuppa di cozze alimentare, la ricetta della tradizione

zuppe ministero
Zuppa di Verdure – Foto Instagram da https://www.instagram.com/p/B8FD1AVoyop/

L’avvertimento per i clienti è quello di segnalare il rinvenimento di questi prodotti e sostituirli con altri.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter