Lago di Garda, si “divertono” a prendere a sassate le uova di cigno

A Brenzone, località del Lago di Garda, persone ancora ignote si divertono a prendere a sassate le uova di cigno e uccidono i pulcini

Come si vive la fase 2 al confine
(foto Pixabay)

A Brenzone, località del Lago di Garda, persone ancora ignote si divertono a prendere a sassate le uova di cigno e uccidono i pulcini. Brenzone è una piccola località con 2500 abitanti, sul Lago di Garda. Non dovrebbe essere difficile scovare il responsabile o i responsabili di un gesto vergognoso. A scoprire il triste accaduto e a denunciare il tutto è stata Lorena Pinamonte, ex presidente della Pro Loco di Brenzone che attraverso i social ha svelato: “Oggi sarebbe stato il 42esimo giorno di cova. È accaduto che nei giorni scorsi, una persona non identificata, giorno dopo giorno, abbia preso a sassate la cigna e le uova, che di volta in volta sono state tutte rotte, arrivando alla macabra fine”. 

Leggi anche > Torino, scoperta macabra

Prendere a sassate le uova di cigno, la triste scoperta

foto dal web

Qualcuno aveva pensato fosse stata responsabilità della piccola ruspa che ha lavorato in questi giorni nei pressi del luogo dove vivono i cigni. Ma è stato smentito così come anche il caso di una volpe, presente nei paraggi del lago. E’ stata vista da più persone, annuncia Pinamonte, un uomo con dei sassi in mano in prossimità del luogo dove è accaduto il misfatto. Tuttavia, l’uomo non è stato riconosciuto da nessuna delle persone che lo hanno visto a distanza e non ci sono sistemi di videosorveglianza nei paraggi. In sostanza si è potuto soltanto denunciare l’accaduto contro ignoti.

Leggi anche > Pantani, l’ex corridore attacca l’Italia

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Intanto sul luogo è stato affisso un cartello con sopra scritto: “Perdonateci per quello che è qui accaduto. Se c’è una razza animale che merita l’estinzione siamo noi umani”. Una triste verità, l’uomo troppo spesso mette i bastoni alle ruote della natura.