168 positivi inseriti nei dati di ieri si riferiscono all’ultima settimana

Nei dati di ieri della protezione Civile sull’epidemia da Covid-19 c’è un aspetto che ha preoccupato e ha lasciato perplessi gli osservatori nella giornata del 27 maggio.

fase 2

I dati della giornata di ieri segnano numeri leggermente superiori rispetto al trend statistico che abbiamo avuto durante i giorni scorsi. Ieri, 27 maggio, la Lombardia ha fatto da padrona nei dati sul contagio. Il 65 per cento dei nuovi contagi registrati ieri, infatti, ci sono stati in terra lombarda. Tra i dati ha spiccato quello della provincia di Bergamo, dove, nella giornata di ieri, ci sono stati 198 casi di positivi in più. Un livello quindi molto preoccupante, in linea con i numeri di inizio aprile. Ma, in seguito, è stata spiegato in una nota questo dato: a Bergamo, dei 198 positivi ben 168 sono stati caricati oggi, si riferiscono però a test fatti durante l’ultima settimana. La Regione lombarda fa infatti sapere che il dato attiene a i tamponi effettuati, sempre nell’ultima settimana, dopo che alcuni cittadini privati si erano sottoposti a i test sierologici di propria iniziativa.

LEGGI ANCHE -> Tarro: Le mascherine servono per i contagiati e gli operatori sanitari

I dati dell’ultima settimana non corrispondevano a un vero monitoraggio della diffusione dell’epidemia in tempo reale

Medico ospedale
(Getty Images)

I dati degli ultimi giorni quindi non corrispondevano a un vero monitoraggio della diffusione dell’epidemia in tempo reale. Quindi, di conseguenza, anche il dato degli zero decessi in Lombardia nella giornata di domenica deve essere rivisto. I dati di ieri 27 maggio non sembrano né peggiori né migliori di quelli dei giorni scorsi, se è vero che stiamo assistendo a delle oscillazioni molto determinanti su numeri che si stanno abbassando.

LEGGI ANCHE -> La Cina riparte, sì a voli charter con 8 Paesi tra cui l’Italia

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

coronavirus fase 2
(foto dal web)

Non contando i 168 contagi che si riferiscono ai sette giorni precedenti, infatti, i nuovi casi del 27 maggio sarebbero 416, dunque più o meno in linea con quanto è stato registrato nei giorni precedenti.