Venezia, bimbo di 2 anni ingoia una vite e perde la vita

Dopo svariati tentativi di rianimazione il piccolo bimbo di 2 anni non ce l’ha fatta. Familiari prima sorpresi, ora disperati

bimbo vite
Ospedale dell’Angelo

Un evento terribile ha segnato un’intera realtà urbana in provincia di Venezia. Siamo a Zelarino dove genitori di famiglia lo scorso 24 Maggio hanno temuto il peggio per il loro piccolo Michele.

Gli strascichi lasciati durante i pochi istanti di quel tragico evento, però, erano già irreversibili e non hanno più permesso al piccolo di 2 anni di poter restare in vita.

La famiglia di Zelarino una settimana fa correva, sorpresa, in direzione del figlio Michele, reo di aver pagato le ingenuità di un comune pargolo. Il bimbo aveva ingoiato una vite raccolta da terra e subito dopo si era accasciato a terra. I genitori hanno subito allertato il 118. Gli infermieri del Suem di Mestre hanno iniziato le prime manovre sul corpicino del piccolo Michele, caduto in coma.

Dopo svariati tentativi, il bambino ha avuto un sussulto di vita dopo che era stato trasferito al reparto di Pediatria e Terapia Intensiva del nosocomio dell'”Angelo” di Padova. La vite estrapolata all’arrivo in ospedale, però già aveva lasciato enormi ferite all’interno della trachea di Michele.

LEGGI ANCHE —–> Treviso, tragedia per un uomo in azienda: aveva appena ripreso a lavorare

I particolari di quel terribile e fatale incidente di percorso

bimbo vite
Ospedale – Getty Images

L’aria non ha più circolato per troppo tempo ed i lievi spifferi di respiro emanati dal bambino testimoniavano una situazione già abbastanza compromessa. La trachea lacerata aveva già chiuso quasi tutti i varchi di passaggio dell’ossigeno.

La voglia insconsapevole di vivere aveva spinto Michele a tenerlo in vita per ben 4 giorni, fino al peggioramento della situazione lo scorso venerdì. Ora la famiglia del povero Michele, molto conosciuta nel piccolo comune di Zelarino, piange disperata la sua morte.

La sua famiglia fa parte di una comunità ortodossa, dove il padre di origini moldave ricopre la mansione di sacerdote nella chiesa più importante di Mestre.

LEGGI ANCHE —–> Tragedia in montagna: precipita per centinaia di metri sotto gli occhi dell’amico

bimbo vite
 Foto dal web

I Bitca hanno annunciato le celebrazioni per l’ultimo saluto al piccolo Michele, giovedì prossimo nel luogo di culto religioso ortodosso del comune veneziano.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.