Sondaggio politico, un partito torna a crescere: l’orientamento di voto degli italiani

Secondo l’ultimo sondaggio condotto da Swg per La7, la Lega avrebbe recuperato i punti persi durante il lockdown, mentre il Pd sarebbe in calo.

Matteo Salvini
(Getty Images)

Come di consueto la Swg, ad inizio settimana, ha pubblicato per il Tg La7 di Enrico Mentana, i suoi sondaggi politici. Prima però di rendicontare il gradimento della popolazione in ordine ai partiti ed alle intenzioni di voto, è stata chiesta un’opinione sul piano da 750 mrd dell’Europa ai Paesi membri, la cosiddetta Next Generation Eu. Cosa avranno risposto gli italiani?

Leggi anche —> Sondaggio politico, sbalorditivo ribaltamento: cambio al vertice

Sondaggio politico, dalle intenzioni di voto alla Next Generation Eu

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti (Getty Images)

La Next Generation Eu, il piano da 750 mrd che l’Europa dovrebbe disporre a favore degli Stati membri, avrebbe convinto gli italiani. D’accordo alla sua attuazione il 69%. Questo il primo dei dati raccolti dalla Swg, per il Tg La7 di Enrico Mentana, nel suo consueto aggiornamento settimanale.  Con scetticismo, invece, sarebbe stata valutata la proposta di reclutare sessantamila assistenti civici: contrario alla loro istituzione il 62% del campione intervistato. Percentuali bulgare, insomma.

Ciò premesso, la Swg avrebbe poi rivolto ai soggetti intervistati domande inerenti gli orientamenti di voto. Questa settimana pare che la Lega sia riuscita a riprendere quota, dopo la leggera discesa di cui era stata protagonista durante la fase emergenziale. Matteo Salvini continua a mantenere, dunque, salda la posizione di primo partito con il suo 27% di consensi.

Resta indietro il Partito Democratico per cui si ripresenta lo spettro del calo dei consensi del passato. I dem registrano un -0,7% chiudendo a poco meno del 20% in tema di preferenze. Subito a seguire il Movimento 5 Stelle che, nel corso della scorsa settimana, ha ripreso qualche punto perso attestandosi al 16%.

Male per Fratelli d’Italia, che dopo l’exploit, perde nuovamente terreno. Stando ai dati della Swg, riporta Il Giornale, il partito di Giorgia Meloni sarebbe sceso al 13,9%.  Stessa sorte per Forza Italia: Berlusconi non convince, forse a tratti delude, il partito del Cavaliere registra un calo che lo porta al 6%.

Ovvio che se oggi si tronasse alle urne e la destra facesse fronte comune, riuscirebbe a conquistarsi il 46,9% dell’elettorato.

Si passa poi a partiti minori come Sinistra Italiana-Articolo 1, la quale riesce a risollevarsi portandosi al 3,7%. Come anche Italia Viva, che dal 2,7% balza ad un 3% pieno. Più Europa non delude con il suo +0,3%, che lo trascina al 2,4%.  Sotto il 2% numerosi sono i partiti: i Verdi 1,9% e Cambiamo! Del presidente ligure Giovanni Toti all’1,1%. I restanti partiti, tutti insieme, peserebbero il 2,7%.

Leggi anche —> Sondaggio Politico: il clamoroso sorpasso secondo gli ultimi dati

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni (GettyImages)

Il dato più sconvolgente però riguarda quello dei soggetti che non si recherebbero a votare o ancora indecisi che secondo il sondaggio di Swg sarebbe ben il 41%.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.