L’App Immuni accusata di sessismo: cosa è accaduto

La nuova ’App immuni è stata accusata di sessismo per via dell’immagine sul sito che ritraeva una madre con in braccio un bambino ed un uomo davanti ad un computer.

app immuni (hwupgrade.it)
App Immuni (foto dal web)

L’App immuni è stata travolta da una polemica: nulla a che vedere con la privacy. A travolgerla l’immagine utilizzata sul sito, che vede una donna con in braccio un bambino ed, invec,  un uomo dinnanzi al Pc. Una questione che ha particolarmente toccato gli utenti che hanno individuato nelle illustrazioni stilizzate del sessismo.

L’associazione della figura della donna esclusivamente a quella di madre, ed invece quella dell’uomo al lavoratore ha suscitato un’indignazione generale che ha condotto gli sviluppatori a cambiare la grafica.

Leggi anche —> App Immuni, esiste già un virus informatico: prestare massima attenzione

App Immuni accusata di sessismo: il Ministro Bonetti pone subito rimedio

App Immuni
L’immagine App Immuni accusata di sessismo (foto dal web)

Adesso è l’uomo a cullare il bambino, mentre la donna lavora al computer. Questo il cambio di rotta operato dagli sviluppatori dell’App immuni che, dopo il lancio di quest’ultima, sono stati travolti da una polemica gender. In sostanza gli utenti non hanno affatto gradito la stereotipizzazione della donna madre e dell’uomo lavoratore.

Su quanto accaduto, riporta l’Ansa, si è espressa Anna Paola Concia. L’ex deputata ha chiesto un intervento alla ministra Elena Bonetti per un intervento. Immediata la replica di quest’ultima che ha affermato che a stretto giro sarebbe stata effettuata una modifica. Detto fatto: in poche ore l’intera grafica viene stravolta. Il dottore diviene una dottoressa, ed a cullare il bambino è un uomo.

Giungono le scuse dell’azienda che ha sviluppato l’app, la quale ammesse le proprie responsabilità causate da una disattenzione grave, ha ribadito l’importanza della “gender equality”.

Immuni, ottimi risultati in termini di download

L’app al momento è disponibile negli store, ma entrerà in funzione con i sistemi di notifica a partire da lunedì, al momento è attivo solo il tracciamento. Pur non essendo ancora operativa a pieno regime, tuttavia, ha già riscosso un indiscutibile successo essendo stata scaricata da un milione di utenti. Un risultato entusiasmante di cui la Ministra Paola Pisano non fa mistero e di cui si è detta fiera in audizione alla Camera. Sul punto, riporta l’Ansa, avrebbe altresì affermato che l’Italia è il primo Paese dell’Unione Europea a mandare in campo un app come Immuni. Non sottace però le problematiche che secondo la Ministra deriverebbero da alcuni limiti tecnologici.

Leggi anche —> La app ‘Immuni’ sarà disponibile tra 10-15 giorni

App Immuni
La nuova immagine sul sito App Immuni (screenshot)

Sulla sperimentazione regionale, invece, la Pisano assicura che durerà solo una settima. Dunque, sull’intero territorio nazionale, dovrebbe essere operativa verso la metà di questo mese.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.