Giornata mondiale delle tartarughe, il Wwf libera 3 Caretta caretta

Il Wwf anticipa la Giornata mondiale delle tartarughe marine liberando in mare aperto 3 esemplari di Caretta caretta

tartaruga
tartaruga (pixabay.com)

Il 16 giugno sarà la Giornata mondiale delle tartarughe marine e il Wwf la celebra anticipando alcune delle attività di tutela e salvaguardia di tali animali che si svolgeranno durante tutta l’estate. Le tartarughe marine fanno parte delle specie tutelate dalla campagna lanciata dal Wwf GenerAzioneMare che, dal terzo anno consecutivo, vede la partecipazione di volontari, aziende, cittadini, ricercatori, pescatori e aree marine protette. Lo scopo è quello di salvaguardare la bellezza, le risorse e il valore economico del Mediterraneo.

LEGGI ANCHE -> Polvere di plastica: una scoperta che sconvolto anche i ricercatori

Le iniziative del Wwf per le tartarughe marine

caretta caretta
caretta caretta (pixabay.com)

Oggi il Wwf a Bisceglie, nella provincia di Barletta-Andria-Trani, libererà in mare aperto due piccole tartarughe marine appartenenti alla specie Caretta Caretta. Cavriglia e Vergemoli, così sono stati chiamati gli animali, sono arrivate al Centro di Recupero Tartarughe Marine Wwf di Molfetta dopo le mareggiate che hanno colpito la costa pugliese alla fine dell’anno scorso. Le due tartarughe saranno accompagnate a 3 miglia dal porto di Bisceglie e il Wwf regalerà ai volontari una pergamena e una borraccia in segno di gratitudine. Domani lunedì 15 giugno, partendo dal piazzale del Porto di Licata ad Agrigento, anche il Wwf Sicilia Area Mediterranea farà tornare in mare aperto un esemplare di tartaruga marina. In quell’occasione verrà anche ricordato a 13 anni dalla scomparsa Franco Galia, direttore della Riserva di Torre Salsa. L’attività di monitoraggio del Wwf sulle coste italiane è già in corso e continuerà con attenzione per tutta l’estate. Intanto i segnali che sono arrivati sembrano ben sperare: in pochi giorni a Siracusa e Ragusa 5 nidi di Caretta caretta sono stati individuati e già messi in sicurezza.

LEGGI ANCHE -> Mari inquinati a causa di guanti e mascherine: la seconda piaga dopo la pandemia

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

tartarughe marine
tartarughe marine (pixabay)

Nei giorni scorsi anche in Campania ad Ascea (provincia di Salerno), nei pressi del lido brigantino, è stato scoperto il primo nido di tartaruga marina.