Greta Thunberg alla BBC: “Certe cose non si possono nascondere sotto il tappeto”

Greta Thunberg, la giovane attivista divenuta ormai il volto del nuovo movimento ambientalista, parla alla BBC e non risparmia critiche.

Greta Thunberg
Greta Thunberg (Getty Images)

Giovanissima, ma con coraggio e determinazione da vendere, Greta Thunberg è divenuta in pochissimo tempo uno dei volti più noti del panorama mondiale. Il suo impegno per il cambiamento delle politiche ambientali iniziato nel 2018 quando ha deciso di rimanere seduta per giorni interi di fronte al Parlamento svedese nel tentativo di far approvare misure per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. La sua protesta, tenutasi durante le ore scolastiche, ha preso il nome di “Sciopero della scuola per il clima” e ben presto si è espansa a macchia d’olio. Così è nato il movimento studentesco internazionale “Friday for future”, che ha visto scendere in piazza milioni di giovani in ogni parte del mondo. Oggi Greta Thunberg porta avanti il suo impegno di attivista, facendo sentire la propria voce attraverso i maggiori canali di comunicazione. Questo è quanto rilasciato in un’intervista alla BBC.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus e vaccino, gli italiani poco propensi| I dati della ricerca spiazzano

Greta Thunberg, la giovane attivista parla del Coronavirus. E non solo.

Greta Thunberg
Greta Thunberg (Getty Images)

Di fronte ai microfoni della BBC, Greta Thunberg si è detta molto rammaricata per il fatto che l’emergenza Coronavirus stia deviando l’attenzione dal cambiamento climatico. Ciò non significa che il Covid non rappresenti un problema reale, da affrontare con la massima urgenza, ma non è certo l’unico. “La gente inizia a capire che non può distogliere l’attenzione da queste cose” ha aggiunto, speranzosa. Poi, senza smentire il suo proverbiale impegno sociale, ha espresso pieno sostegno a favore del movimento Black Lives Matters. “Non si possono mettere certe ingiustizie sotto il tappeto”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Danno ambientale in Artico, a causarlo un fenomeno noto ai climatologi

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter