Usa, spunta video di un’altra morte per mano della polizia: nuovo caso Floyd

Un ragazzo ispanico di 27 anni è morto nel corso di un arresto soffocato dagli agenti di polizia: la scena è la medesima che si è vista nel caso di George Floyd.

Proteste George Floyd
(Getty Images)

Non si placano gli scontri in America innescati dalla morte di George Floyd, l’uomo di colore che ha perso la vita durante un arresto, soffocato dal ginocchio di un agente di polizia che gli ha impedito di respirare.

Oggi giunge notizia dall’Arizona che tre agenti si sono dimessi dopo che in rete ha iniziato a circolare un video che ritrae le stesse atroci scene dell’arresto e della morte di Floyd ai danni però di un 27enne ispanico, anch’egli deceduto. Si chiamava Carlos Ingram Lopez, il ragazzo che si vede nelle immagini ed è deceduto il 21 aprile dopo essere stato tenuto prono in terra per oltre 10 minuti.

Leggi anche —> Omicidio George Floyd: rilasciato anche il secondo agente incriminato

USA, video mostra immagini della morte di un ragazzo durante un arresto come George Floyd

Floyd
(Getty Images)

Non sarebbe dovuto succedere neppure una volta, ed invece pare che i casi siano innumerevoli. La polizia che dovrebbe garantire la sicurezza dei cittadini, in America è divenuta un mostro da esorcizzare; dopo il caso della morte di George Floyd, spunta il video di un altro atroce caso, quello di Carlos Ingram Lopez. Il ragazzo, 27enne di origini ispaniche, è deceduto lo scorso 21 aprile nel corso di un arresto dopo che gli agenti lo hanno tenuto prono in terra per oltre 10 minuti. Divenute virali le immagini, i tre agenti di Tucson, in Arizona, coinvolti nella vicenda hanno rassegnato le loro dimissioni.

Cosa è accaduto nel corso dell’arresto di Carlos Ingram Lopez

Il contenuto del video è altamente drammatico: si sente il ragazzo implorare per dell’acqua e ripetere che non riesce a respirare, fino a quando non sopraggiunge la morte. I tre agenti, resisi conto dell’accaduto, riporta Il Fatto Quotidiano, accortisi che il 27enne era svenuto avrebbero tentato un massaggio cardiaco e l’inoculazione di un farmaco utilizzato per riprendere le persone in overdose da droghe. Ma ogni tentativo è stato vano.

La polizia si era recata sui luoghi dell’arresto a seguito di una segnalazione secondo cui il giovane si aggirava per la strada privo degli abiti. Non appena intercettato il ragazzo gli agenti lo avrebbero invitato a collaborare per scongiurare l’impiego di un teaser, ma dalle immagini non emergevano chiari segni di resistenza da parte sua.

Stando a quanto riportano i media locali e la redazione de Il Fatto Quotidiano, l’autopsia avrebbe rivelato che Lopez sarebbe morto a causa della costrizione fisica mista ad un arresto cardiaco. A ciò si sarebbero aggiunti gli effetti di sostanze stupefacenti che aveva assunto.

Leggi anche —> Floyd, rilasciato uno degli agenti arrestati | Ha pagato la cauzione

Proteste per la morte di George Floyd
Proteste per la morte di George Floyd (Getty Images)

Chris Magnusm, capo della polizia di Tucson, insieme ai tre agenti coinvolti ha rassegnato le proprie dimissioni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.