Cristiano Ronaldo, l’infanzia in povertà: parla la sorella

Katia, sorella di Cristiano Ronaldo, racconta la loro infanzia vissuta in povertà. Poi svela gli insegnamenti ricevuti dalla madre.

Cristiano Ronaldo sorella
Cristiano Ronaldo e la sorella Katia, a destra (foto di Instagram)

“Sono cresciuta in un quartiere povero” ha raccontato Katia Aveiro, sorella di Cristiano Ronaldo, in un recente post su Instagram. 43enne, influencer, Katia vive ora una vita piuttosto agiata ed ha un marito ed una figlia, ma non dimentica la propria infanzia vissuta in povertà. “Il mio letto era sorretto dai mattoni e quando avevo pochi mesi sono stata morsicata in faccia da un topo […] mia madre è arrivata in tempo” si legge nel post a cui è associata una foto della sua vecchia casa, angusta ed in rovina. Ma la donna ha anche sostenuto di avere imparato importanti lezioni dalla sua precedente vita, come il valore delle piccole cose e l’importanza della solidarietà. In ciò, un ruolo importante, lo ha sicuramente svolto la madre Dolores.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A 2019/2020: calendario, risultati e classifica aggiornati

Cristiano Ronaldo, insegnamenti di solidarietà

cristiano ronaldo mamma in ospedale
Cristiano Ronaldo e sua madre (foto di Instagram)

“Quando ero piccola, mia madre mi ha insegnato a condividere tra di noi quello che avevamo” si legge ancora nel post pubblicato da Katia Aveiro su Instagram. “La capacità di aiutare gli altri non ha nulla a che vedere con quello che possediamo”. Insegnamenti importanti, che è fondamentale interiorizzare fin da piccoli.

Anche Cristiano Ronaldo sembra aver preso molto sul serio le parole della madre. L’attaccante juventino ha spesso partecipato a campagne di beneficienza e pare abbia addirittura esortato i propri compagni di squadra della nazionale portoghese a donare, a favore degli ospedali, metà del bonus ricevuto per la qualificazione a Euro2020.

View this post on Instagram

Eu nasci numa casa velhinha a minha cama era sustentada por tijolos,fui mordida na minha cara era ainda uma bebé de meses por um rato,(não tenho vergonha nenhuma de dizer isto ) graças a Deus a minha mãe chegou a tempo, senão era mais feia do que sou hoje??cresci num bairro pobre,desde cedo aprendi a valorizar o pouco que tinha,a vida sempre respondeu ao longo do tempo com alternativas seja por mim seja por quem me rodeava, e a gente se ajudava uns aos outros,aí nasceu a união,porque dividíamos com os nossos toda e qualquer conquista,desde pequena que a minha mãe me ensinou a partilhar entre nós o que tínhamos,a capacidade de ajudar alguém não tem a ver com as suas posses, todos devem e podem ajudar alguém, independentemente da tua condição social,a ajuda é vasta,eu já fui ajudada por pessoas sem que elas mesmo soubessem… E tu ajudas alguém ???? _________________________________ ————— (Hoje escutei esta frase e faz todos o sentido …se queres ajudar alguém não lhe dês peixe mas ensina-o a pescar)—————————————————————————————————————————————————————-Ps escusado será dizer que mensagens ofensivas e fora do contexto eu bloqueio o autor … ————————————————————- #vidareal #influenciar #fazobem #respeito #minhahistória #Deus

A post shared by Katia Aveiro (@katiaaveirooficial) on

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Isabella Ferrari, la foto da giovane commuove il web – FOTO

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter