Sissy Trovato Mazza: “Sesso tra agenti e detenute” alla base dell’omicidio

Nuovi elementi potrebbero portare alla risoluzione del mistero intorno alla morte di Sissy Trovato Mazza, l’agente penitenziario morta nel gennaio 2019

sissy trovato
sissy trovato (foto dal web)

Le parole di una detenuta del carcere penitenziario di Venezia potrebbe arrivare la svolta nelle indagini sulla morte dell’agente Sissy Trovato Mazza. La giovane era stata trovata nell’ascensore dell’ospedale di Venezia ferita da un proiettile alla testa. Dopo due anni coma è deceduta il 12 gennaio 2019. L’ipotesi finora accreditata dalla Procura è quella di suicidio, sulla base di tale tesi era stata chiesta l’archiviazione delle indagini. Ora però le parole di una detenuta del carcere penitenziario in cui Sissy prestava servizio, sembrano aprire una strada nuova per l’inchiesta. “È stato un collega ad uccidere Sissy a causa di un giro di droga e sesso all’interno del carcere“. Queste sarebbe l’affermazione fatta dalla detenuta che è emersa solo dopo due anni. Secondo la donna sarebbe a conoscenza di tali fatti dopo un’indiscrezione che le è stata fatta dalla stessa Sissy. L’agente avrebbe anche fatto alcune segnalazione ai suoi superiori per far uscire allo scoperto un traffico di droga e relazioni sessuali tra agenti e detenute.

LEGGI ANCHE -> Strage a Lecco, i post insieme ai figli: Noi sempre insieme

Le rivelazioni sulla morte dell’agente Sissy

sissy trovato
sissy trovato (foto dal web)

Secondo la detenuta l’autore dell’omicidio dell’agente Sissy, sarebbe un suo collega che avrebbe agito su ordine dei vertici carcerari in quanto la giovane sarebbe diventata ormai una presenza scomoda. Intanto la donna, uscita dal carcere grazie ad un permesso premio, sarà sottoposta a processo. In quella sede dovrà chiarire il motivo che l’abbia spinta ad aspettare due anni prima di farsi avanti. La donna ha raccontato che, il giorno dopo l’aggressione dell’agente Sissy, avrebbe notato una guardia particolarmente scossa e di aver sentito dirle che avrebbe pensato lei alla 28enne. L’agente presunto colpevole si sarebbe anche inginocchiata di fronte a lei chiedendole di non parlare. Fra i due, lo scorso gennaio, c’è stato un faccia a faccia durante il quale la poliziotta non avrebbe lasciato trapelare nulla.

LEGGI ANCHE -> Milano, dramma nel mondo della scuola, muore giovane ricercatrice

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

sissy trovato
sissy trovato (foto dal web)

Il 23 luglio si aspetta la decisione sull’archiviazione per suicidio di Sissy Trovato Mazza, intanto i genitori continuano a sperare nella prosecuzione delle indagini.