Bartolini di Bologna, salgono i positivi e aumentano i controlli

Nella sede Bartolini di Bologna è attivo un focolaio con 107 persone positive a Covid-19, tra dipendenti e familiari. I corrieri lamentano: “Ci trattano come untori”

Bartolini
Bartolini (foto dal web)

Un pomeriggio di tamponi è stato quello di ieri nella sede bolognese della Bartolini. L’azienda che si dedicai alle consegne e ai trasporti negli scorsi giorni ha fatto registrare un focolaio di casi di coronavirus, prima 40 poi fino a ieri saliti a 107.

È così che sono stati intensificati i controlli con uno screening a tappeto su tutti gli ospiti dell’ex Hub di via Mattei. Una disposizione dell’Ausl che ha fatto sapere che altri controlli saranno ancora fatti.

I numeri registrati fanno un po’ preoccupare: 79 sono i dipendenti risultati positivi al Covid-19 e 28 i familiari. Oltre 300 sono i tamponi fatti fino ad ora e alcuni casi sono stati trovati anche tra i migranti che vivono nel Cas, due di essi sono proprio dipendenti, anche se saltuari, della ditta di logistica, come riporta il Resto del Carlino. Un focolaio questo di Bologna da attenzionare e tenere sotto controllo.

La paura è che le ditte di consegne che hanno lavorato tantissimo durante il lockdown grazie a ordini e acquisti online, possano far esplodere ora diversi focolai. Un altro lavoratore della Sda è stato trovato positivo.

LEGGI ANCHE —–> Una mamma romana incastrata tra bonus baby-sitter e centro estivo

Bartolini, lo sfogo dei dipendenti: “Ci trattano come untori”

Covid19 tampone
Tampone – Foto dal Web

In troppi mi trattano come un untore e guardano storto”. È questo lo sfogo di un dipendente della Bartolini affidato alla Nuova Ferrara. Lui è Manuele e lavora proprio per la ditta di logistica ma nella sezione di Ferrara.

Si sfoga al giornale raccontando parte delle offese che sta subendo in questi giorni da parte della gente che additano lui e i suoi colleghi come degli untori. Ammette però che c’è anche chi ha un pensiero gentile e chide loro come stanno in questo momento così delicato.

LEGGI ANCHE —–> Vacanze 2020. Italiani indisciplinati, niente distanziamento e mascherine

tamponi
(Getty Images)

Molti altri però hanno detto delle frasi offensive del tipo: “stai lontano che voi Bartolini siete tutti infetti”. E il dipendente ci tiene a precisare che se fosse stato infetto non avrebbe lavorato.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter