Coronavirus, il bollettino del 5 luglio: aumentano i ricoveri in terapia intensiva

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, domenica 05 luglio, ha diramato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia.

Coronavirus
(Getty Images)

Si aggiorna il bollettino sullo stato dell’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando ai dati resi noti dal Ministero della Salute, i casi di contagio complessivi sono saliti a 241.611 con un incremento di 192. In calo i soggetti attualmente positivi ad oggi 14.642, con un decremento 21 unità. I pazienti ricoverati in terapia intensiva salgono, invece, a 74, ossia 3 in più rispetto alla giornata di ieri. Il numero delle persone guarite è giunto a 192.108 (+164). Infine, si aggrava il bilancio dei decessi con 7 morti nelle ultime 24 ore che portano il numero totale a 34.861.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 04 luglio

Coronavirus
(Getty Images)

I numeri relativi all’epidemia da coronavirus in Italia sono stati diffusi tramite tabella sanitaria dal Ministero della Salute. Ieri, stando a quest’ultima, il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era salito a 241.419. Nuovo calo dei soggetti attualmente positivi che ieri ammontavano a 14.621. Diminuivano i ricoveri in terapia intensiva che ieri contavano 71 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 191.944. Purtroppo si aggravava ancora il bilancio dei decessi per un totale di 34.854 vittime.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 4 luglio: i dati dell’epidemia

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di venerdì 3 luglio

Nella giornata di venerdì i casi di contagio complessivi nel nostro Paese salivano a 241.184. Nuova decrescita per i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 14.884. I pazienti ricoverati in terapia intensiva, stando alla tabella, scendevano a 79. Il numero delle persone guarite era giunto a 191.467. Infine, purtroppo, nuova crescita dei decessi che portavano il bilancio complessivo a 34.833.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 3 luglio: 15 nuovi decessi

Ministro Speranza: “Al vaglio l’ipotesi di Trattamenti Sanitari Obbligatori (TSO)”

Il Ministro Roberto Speranza rinnova l’invito alla popolazione di non adagiarsi, di rammentare che il virus non è scomparso e che non è il momento di lasciarsi andare a facilonerie di sorta. Lo ha ripetuto anche nel corso di un’intervista a La Repubblica, durante la quale si è espresso in ordine a temi molto importanti.

In primo luogo, Speranza ha parlato di quelle che saranno le misure da attuare quando riapriranno le scuole. Sarà la prevenzione a guidare il rientro in aula, nello specifico necessaria: “una relazione organica costante della prevenzione sanitaria con la scuola“. Il Ministro sul punto ha dichiarato: “Ho chiesto alle Regioni che questo modello venga riutilizzato“. Il riferimento va alla medicina scolastica, introdotta a mezzo di una legge agli inizi degli anni ’60 e poi scomparsa nei ’90.

Sono molti gli italiani che di certo ricorderanno trattarsi di screening e visite mediche all’interno degli istituti scolastici.

Ma non è tutto, il Ministro ha aggiunto un ulteriore tassello: la possibilità di disporre trattamenti sanitari obbligatori su chi rifiuta le cure se positivo al Covid-19.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Ministro Speranza: “Al vaglio l’ipotesi di Trattamenti Sanitari Obbligatori (TSO)”

Smart Working, emendamento al Dl Rilancio: proposta una proroga

Fino al 31 dicembre 2020 la metà dei dipendenti pubblici proseguirà con lo smart working, questo quanto emendato al Dl Rilancio su proposta del Movimento 5 Stelle ed approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. Un piano rivoluzionario definito “organizzativo del lavoro agile” il quale prevede, altresì, che dall’1 gennaio del prossimo anno la percentuale aumenterà almeno al 60%.

Sul punto, riporta la redazione di Tgcom24, sono intervenute numerose istituzioni, prima fra tutte la Ministra Fabiana Dadone la quale ha parlato di una vera e propria rivoluzione. Attraverso l’emendamento è stato inoltre costituito un osservatorio il quale avrà diversi compiti. Raccogliere informazioni e consentire una organizzazione migliore della Pubblica Amministrazione. L’emendamento dovrebbe essere approvato nella giornata di lunedì a Montecitorio.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Smart Working, emendamento al Dl Rilancio: proposta una proroga

Papeete Beach, festa in spiaggia senza mascherine e distanziamento

Il Papeete Beach non è solo uno stabilimento balneare. Con il passare degli anni il suo intrattenimento lo ha reso un brand, una discoteca famosissima, un luogo frequentato da personaggi famosi e di rilievo. Ultima presenza a far notizia fu quella di Matteo Salvini. Un’uscita quella dell’allora Ministro degli Interni che proprio non piacque al mondo istituzionale. L’immagine del Leader del Carroccio con un mojito in mano e cimentato in balli moderni, fece stizzire colleghi e cittadini.

Il Papeete oggi torna a far parlare di sé, purtroppo però non per l’attività svolta o per un evento di caratura internazionale. Il noto lido è stato oggetto di un reportage da parte della redazione de La Repubblica che ha filmato come gli avventori del lido non abbiano rispettato in occasione dell’aperitivo le norme anti-contagio.


PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Papeete Beach, festa in spiaggia senza mascherine e distanziamento

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.