Covid-19, nuovo vaccino offre risultati promettenti

Si allarga il bacino di ricerca sperimentale di un vaccino anti-covid. Il nuovo alleato dell’uomo sembra dare risposte soddisfacenti

vaccino sperimentazione
Vaccino – Unsplash

Secondo gli sviluppi di uno studio di ricerca medico scientifica, il nuovo vaccino contro il covid-19 sembra dare i frutti sperati. Un’evoluzione in positivo nelle gerarchie di sperimentazione scientifica ammortizza i tempi di scoperta: ben presto l’alleato potrebbe fare la sua comparsa in circolazione.

Il progetto porta il nome in alto delle aziende Pfizer e BioNTech ed è conosciuto con l’acronimo codificato di BNT162n1. L’accelerazione in fase di studio ha ridotto i tempi di sperimentazione, avviata in circa 45 pazienti.

La risposta immunitaria contro le particelle del Covid-19 ha dato risultati sorprendenti dopo la seconda fase post iniezione. Il campione di persone sottoposte ad esame ha subìto un innalzamento del livello di anticorpi nell’organismo umano. Ancora sprovvisto di riscontro, il potenziale nuovo vaccino sembra avere le carte in regola per fronteggiare alla grande il nemico pandemico.

Il campione di persone analizzato ha ricevuto una doppia dose di vaccino nell’arco di 3 settimane. La risposta per i volontari dell’esperimento avrebbe portato ad un innalzamento del livello di temperatura corporea, considerata dagli addetti normalissima.

Come tutte le modalità di sperimentazione di un vaccino è giustificato l’effetto centrifuga e dunque una febbre non da Covid-19, dovuta alla reazione incontrollata delle numerosissime cellule legali, pronte a far di un sol boccone quelle rilasciate dal virus.

LEGGI ANCHE —–> Covid-19, da ottobre sarà possibile vaccinarsi per l’influenza stagionale

Il funzionamento della nuova cura sperimentale

vaccino sperimentazione
Farmaco Covid (pixabay)

Si tratta di un complesso genetico di filamenti di RNA messaggeri, in produzione doppia e in netto contrasto con la presunta carica virale di filamenti malevoli, adibiti alla distruzione delle cellule dell’organismo umano nella zona centrale e periferica polmonare.

Il nuovo vaccino BNT162n1 è stato forgiato su misura e integrato nel suo codice delle istruzioni genetiche contro l’attitudine del nemico pandemico. L’arma in più è senz’altro la capacità di moltiplicarsi e fare in modo che l’organismo umano possa contare su un numero abbastanza fornito di materiale predisposto a fronteggiare le intenzioni del SARS-COV-2.

LEGGI ANCHE —–> Coronavirus, il bollettino del 5 luglio: i dati dell’epidemia

vaccino sperimentazione
(Foto di Katja Fuhlert-Pixabay)

Un nuovo alleato dunque sta per entrare nella vasta rosa di idee, predisposte a sconfiggere il male, nonchè potenziare le vie di sviluppo al fine di alimentare le speranze di avere al più presto un nuovo vaccino commercializzabile.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter