Cura AIDS | uomo senza virus da un anno dopo trattamento sperimentale

Le analisi su un paziente sottoposto a trattamento in via del tutto sperimentale in merito ad una possibile cura AIDS mostrano risultati davvero stupefacenti.

ra AIDS
Cura AIDS FOTO Getty Images

In ottica cura AIDS arriva una notizia davvero clamorosa. E che potrebbe finalmente rappresentare una svolta epocale. Alcuni scienziati hanno illustrato il caso di un uomo affetto dal temibile virus e che era stato sottoposto ad un trattamento sperimentale, concluso poi a marzo 2019.

LEGGI ANCHE –> Sindrome del colon irritabile, aumentano i casi dopo il lockdown

Da allora il virus non è più presente nel suo corpo, e tutto questo senza dovere passare per un complicato trapianto di midollo. Cosa che è invece accaduta ad altre due persone che sono guarite dalla malattia. Se ne è parlato nel corso della Conferenza AIDS svoltasi negli ultimi giorni. Il soggetto è un 36enne maschio che, dal 2019 in poi, sta molto bene e non ha più mostrato alcun sintomo di AIDS, dopo essere risultato sieropositivo nel 2012. La notizia arriva dal Brasile, con l’uomo curato dagli esperti della Università Federale della città paulista. La cura AIDS in questione, non ancora definitiva, ha visto l’applicazione di un mix di farmaci. Tra questi spiccano la nicitinamide (vitamina B3) e diversi antiretrovirali.

LEGGI ANCHE –> Lavarsi i denti dopo mangiato. Necessità o errore grave? Scopriamolo

Cura AIDS, è il primo potenziale caso di guarigione senza trapianto di midollo

Dopo la fine della terapia avevano fatto seguito dei controlli con cadenza di una volta ogni 21 giorni. E mai una volta c’è stato un effetto collaterale o una ricaduta. Potrebbe potenzialmente trattarsi del primo caso di guarigione da AIDS senza la necessità di procedere con un trapianto. C’è però anche la notizia passata di un bambino, tornato ad essere sieropositivo dopo due anni di remissione. Per questo gli esperti intendono andarci con i piedi di piombo, anche se i risultati osservati in questo caso sono comunque eccezionali e mai riscontrati prima.

LEGGI ANCHE –> I medici lanciano l’allarme caldo: si può incorrere in cali di pressione e aritmie

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter