Matrimonio a Prima Vista 2020 versione Covid. Tutte le novità del programma

Matrimonio a Prima Vista 2020. Stanno per finire le riprese del fortunato programma del canale Real Time. Cos’è cambiato a causa del Covid

Matrimonio a Prima vista
Matrimonio a Prima vista – foto dal web

Il concetto di matrimonio combinato non è una novità. Le nozze intese come evento romantico, l’unione di due persone che si sposano poiché innamorate, in realtà è qualcosa che potremmo definire moderno.

Il matrimonio era un patto dietro il quale spesso si nascondevano interessi di varia natura, economici prevalentemente. Per fortuna le cose sono cambiate. Ci si sposa adesso come atto d’amore. Senza voler scendere nei particolari di un’indagine sociologica sul calo delle unioni e l’aumento dei divorzi, ci preme parlare di un argomento più spensierato.

In onda su Real Time, infatti, va in onda un format danese che ha spopolato e che fa delle nozze a sorpresa il leit motiv principale.

In cosa consiste Matrimonio a Prima Vista? 6 persone, divise in 3 coppie, si vedranno per la prima volta il giorno della cerimonia della loro unione. Verranno seguiti e filmati per le cinque settimane successive al termine delle quali potranno scegliere se continuare il loro percorso di vita insieme o divorziare e interrompere “l’esperimento”.

Leggi anche >>> VITE AL LIMITE. LA STORIA DI GINA CHE PESAVA 275 KG. ADESSO COM’È

Real Time, come cambia Matrimonio a Prima Vista 2020

Matrimonio a Prima vista
RealTime – foto dal web

Tra i capi saldi del programma c’è la presenza di tre esperti che hanno selezionato le coppie e le seguiranno nell’iter che li vede protagonisti: la sessuologa Nada Loffredi, il sociologo Mario Abis e lo psicoterapeuta di coppia Fabrizio Quattrini .

Le regole imposte dall’alto a causa del Covid19 hanno investito anche questa fortunata trasmissione che si è dovuta adeguare ai nuovi standard. Finisce l’atmosfera di goliardia che l’aveva contraddistinta. Presenti allo sposalizio, oltre ai due protagonisti principali di ogni puntata, solo due testimoni e un officiante. Tutto condito da mascherine e disinfettante. Questo fa anche pensare alle cerimonie “classiche” che si stanno svolgendo o avrebbero dovuto farlo nel corso di questo 2020 e che sono state fortemente penalizzate. Il settore è in crisi e l’atmosfera da favola incrinata.

Le 5 settimane di follow up di solito prevedevano una vacanza in luoghi esotici. In questa stagione invece il viaggio di nozze è sempre effettuato in Italia. Poco male date le bellezze straordinarie del nostro Paese.

Gli sposi possono essere sicuri della rispettiva incolumità poiché, prima della trasmissione, viene eseguito ad entrambi un tampone per scongiurare eventuali contagi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Matrimonio a Prima vista
MAPV – Foto dal Web

Le puntate andranno in onda a settembre. Siamo curiosi di sapere se queste coppie reggeranno.

Leggi anche >>> VITE AL LIMITE, STEVEN ASSANTI PESAVA 370 KG: L’INCREDIBILE PERDITA DI PESO