Omicidio Marco Vannini, inizia il nuovo processo: le parole dei genitori

Questa mattina è iniziato il nuovo processo d’appello per la morte di Marco Vannini, deceduto nella notte tra il 17 ed il 18 maggio 2015.

Marco Vannini
Marco Vannini (foto dal web)

È iniziato questa mattina il processo d’appello per la morte di Marco Vannini, il ragazzo deceduto dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola nella notte tra il 17 ed il 18 maggio 2015 mentre si trovava in casa della fidanzata. A disporre un nuovo processo d’appello è stata la Corte di Cassazione, lo scorso febbraio, che aveva accolto la richiesta del sostituto procuratore generale e delle parti civili. Arrivando in Corte, la madre di Marco, Marina Conte, ha dichiarato: “Aspettiamo da cinque anni, speriamo che questa giustizia arrivi“.

Leggi anche —> Marco Vannini, intervista a Mamma Marina: “Io e il mio libro per Marco, è stato difficile..”

Omicidio Marco Vannini, al via nuovo processo d’appello, la madre: “Speriamo che questa giustizia arrivi”

Marco Vannini e la madre Marina Conte
Marco Vannini e la madre Marina Conte (foto dal web)

Dopo la decisione della Corte di Cassazione, lo scorso 7 febbraio, questa mattina è iniziato il nuovo processo d’appello per la morte di Marco Vannini. Gli Ermellini avevano rispedito il caso in appello accogliendo le richieste del sostituto procuratore generale e delle parti civili. Il secondo grado di giudizio si era concluso con la condanna per Antonio Ciontoli a 5 anni di reclusione, ridotta rispetto ai 14 del primo grado con la riformulazione dell’accusa da omicidio volontario ad omicidio colposo. Inoltre, erano state confermate le condanne a 3 anni per omicidio colposo nei confronti dei familiari dell’ex sottufficiale della Marina Militare: la moglie Maria Pezzillo e i due figli Federico e Martina, fidanzata di Marco.

Arrivando questa mattina presso la Corte d’Appello di Roma, la madre di Marco ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti affermando: “Aspettiamo da cinque anni– riporta Il Fatto Quotidianosperiamo che questa giustizia arrivi. Finalmente abbiamo un nuovo processo e noi speriamo che possa essere ridata dignità a mio figlio”. La Cassazione, spiega Marina Conte, ha dato delle direttive specifiche per il processo. In merito alla possibile presenza degli imputati in aula, la madre non si esprime affermando di pensare solo ad aver giustizia per suo figlio. Anche il padre Valerio spera nel nuovo processo dichiarando di aspettarsi serietà: “La giustizia esiste, serve solo tempo per dimostrare che esiste. La Cassazione ci ha dato una nuova speranza. I Ciontoli? Per me non esistono da cinque anni, dopo le bugie dette non sono degni neanche di nominarci“.

Leggi anche —> Omicidio Marco Vannini: la ricostruzione del caso

Marco Vannini
Marco Vannini (foto dal web)

Marco Vannini è morto nella notte tra il 17 ed il 18 maggio del 2015 dopo essere stato ferito da un colpo d’arma da fuoco esploso in casa della fidanzata, Martina Ciontoli.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter